Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 25 Gennaio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

2016 Inter: un anno da dimenticare ma...

31/12/2016 15:19

2016 Inter: un anno da dimenticare ma... |  Sport e Vai

Un anno decisamente da mettere nel cassetto e lasciarlo lì per l'Inter. Si, perché se fino alla fine del 2015 i nerazzurri pensavano di poter chiudere fra le prime tre posizioni dopo un inizio di campionato fantastico il 2016 ha rappresentato un brusco risveglio. Niente Champions League, un quarto posto buono ma non certo ciò che si sperava, tanti saluti a Roberto Mancini e altra stagione senza trofei.

L'era De Boer (o quel che ne resta) - Una seconda parte del campionato non paragonabile alla prima (39 punti e secondo posto rispetto ai 28 del girone di ritorno) porta ai saluti di Mancini ed all'arrivo di Frank De Boer, che però non durerà molto sulla panchina nerazzurra. Una serie di brutti risultati e le indecorose figuracce in Europa League (l'Inter chiude all'ultimo posto del girone dietro a squadre tutt'altro che di prim'ordine) portano all'approdo di Stefano Pioli, che dopo un pareggio riacciuffato in extremis nel derby sembra aver dato segnali di risveglio alla squadra. Forse il 2017 può essere migliore.

Spese tante, frutti pochi - L'Inter è l'unico club italiano ad avere un saldo negativo tra entrate e uscite di calciomercato superiore ai 100 milioni di euro in questo anno solare. A pochi giorni dalla chiusura del 2016 e dall'inizio della sessione invernale di calciomercato, abbiamo provato a calcolare le cifre spese in questi 365 giorni dalle nostre società. Una somma (riguardante la differenza tra acquisti e cessioni) tra la finestra dello scorso gennaio e i tre mesi estivi. I nerazzurri nelle spese di mercato annuali hanno distanziato di oltre 80 milioni la Roma, seguita poi da Milan, Lazio e Juventus. C'è da lavorare molto anche in società per migliorare le cose. 

Icardi, segna sempre lui - 23 gol nell'anno solare per Mauro Icardi. Dietro di lui Perisic con 9. Non serve un genio per capire l'importanza del campitano per i nerazzurri. Eppure problemi ce ne sono stati. Già, perchè la sua autobiografia non è piaciuta per niente agli ultras, specie per il famoso episodio della maglia tirata ai supporters e rilanciata indietro dopo la sconfitta pesante in trasferta col Sassuolo. Tifo spaccato e situazione complicata, che però sembra essere tornata calma e soprattutto il numero nove sta continuando a segnare con impressionante continuità. 


Tags: inter 2016 anno solare mauro icardi

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE