Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 1 Ottobre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Ufficiale: La F1 resta a Monza per altri tre anni

29/11/2016 12:55

Ufficiale: La F1 resta a Monza per altri tre anni |  Sport e Vai

Monza può tirare un sospiro di sollievo. Dopo i tira e molla degli ultimi mesi ora è ufficiale: il Gp d'Italia si terrà ancora sulla pista monzese per i prossimi tre anni. Bernie Ecclestone, e il Presidente dell'Automobile Club d'Italia, Angelo Sticchi Damiani, hanno siglato i'accordo per la permanenza del Gran Premio d'Italia nel calendario della F1. "Pur tra mille difficoltà e con grande impegno - sottolinea il Presidente dell'ACI, Angelo Sticchi Damiani - siamo arrivati alla firma definitiva del contratto per Monza. A nome degli sportivi italiani ringrazio il premier Matteo Renzi e il presidente del Coni Malagò che, un anno fa, hanno creduto in questo obiettivo e creato le condizioni per raggiungere insieme questo importantissimo risultato. Abbiamo così scongiurato la maledetta ipotesi che, dopo 70 anni, l'Italia potesse perdere una delle più prestigiose, storiche e affascinanti gare automobilistiche del mondo. Adesso avanti insieme, con l'obiettivo di far diventare il Gran premio di Monza, nei prossimi anni, un evento ancora più importante, in grado di affascinare e attrarre sempre più gli appassionati di tutto il mondo". "Sono davvero soddisfatto - ha dichiarato il presidente del Coni, Malagò - per questo grande risultato. Senza l'attento e caparbio lavoro del Presidente Sticchi Damiani, che ringrazio di cuore, l'Italia avrebbe perso il suo Gran Premio di F1".


Tags: monza ecclestone gp d'italia

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE