Serie B
19a Giornata

Avellino Avellino nd

Ascoli Ascoli

Brescia Brescia nd

Cittadella Cittadella

Carpi Carpi nd

Frosinone Frosinone

Cremonese Cremonese nd

Empoli Empoli

Foggia Foggia nd

Venezia Venezia

Palermo Palermo nd

Ternana Ternana

Parma Parma nd

Cesena Cesena

Perugia Perugia nd

Bari Bari

Pescara Pescara nd

Novara Novara

Pro Vercelli Pro Vercelli nd

Spezia Spezia

Virtus Entella Virtus Entella nd

Salernitana Salernitana

 Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 14 Dicembre 2017
SEGUI SPORTEVAI SU

Gp Ungheria: Vettel vince e allunga, doppietta Ferrari

30/07/2017 14:35

Gp Ungheria: Vettel vince e allunga, doppietta Ferrari |  Sport e Vai

Miglior estate non poteva esserci per la Ferrari: all'Hungaroring arriva la doppietta (la seconda dopo Montecarlo, 83esima in carriera) con Vettel che vince (quarto successo in stagione, 46esima in carriera), si butta alle spalle la giornata no di Silverstone e si porta a +14 punti su Hamilton, solo quarto. Il secondo posto di Raikkonen è la ciliegina sulla torta tutta rossa che si consuma nel Gp d'Ungheria. Nessuna sorpresa, dopo la pole di ieri si sapeva che sarebbe stato difficile superare su questa pista e le Ferrari si sono confermate imprendibili (nonostante un problema allo sterzo per il tedesco e qualche problema di gomme per Iceman costretto a far da sandwich per tutta la gara) per le Mercedes che dopo un avvio da incubo hanno comunque recuperato fino a chiudere  col terzo posto di Bottas davanti al britannico . L'ottima partenza, con Vettel scattato via e Raikkonen a fare da tappo agli altri, blindando anche la seconda posizione, ha fatto il resto. Con Ricciardo subito out - toccato da Verstappen al primo giro e costretto a fermarsi subito con l'ingresso in pista della safety-car – la gara è stata subito chiaramente leggibile. Alla curva 2 del primo giro Verstappen è arrivato lungo andando a centrare l'auto dell'australiano, che poi si è girato per la foratura della posteriore sinistra ed è uscito dalla RB13, bloccata in prossimità della curva 4 dopo il testacoda. Ritiro immediato e rabbia che fa fatica a sbollire: “Capisco che è giovane ma non è possibile – si è sfogato l'australiano della Red Bull - parole buone per lui non ne ho oggi, aspetterò dopo la gara che venga a spiegarmi per quello che ha combinato. Sa quello che ha fatto, dovrà scusarsi ma le scuse non cambiano per la mia gara, è stato frustrante per me”. La corsa si è riaccesa a metà gara con le Mercedes che hanno accorciato le distanze ma non è bastato: vince Vettel davanti a Raikkonen, terzo Botas che aveva fatto inizialmente passare Hamilton per far sì che provasse a vincere ma che si è ripreso il podio all'ultimo giro. Quinto Verstappen davanti a un buon Alonso, settimo Sainz davanti a Perez con Ocon e Vandoorne a chiudere la top-ten. Dopo le tre settimane di ferie si ripartirà il 27 agosto in Belgio dove, come pure a Monza, le Mercedes sulla carta sono favorite.

Stefano Grandi


Tags: ferrari vettel ungheria

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE