Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 15 Dicembre 2018
SEGUI SPORTEVAI SU

Gp Giappone: Hamilton cavalcata mondiale, crisi Ferrari fuori dal podio

07/10/2018 08:41

Gp Giappone: Hamilton cavalcata mondiale, crisi Ferrari fuori dal podio |  Sport e Vai

Mondiale sempre più in tasca per Lewis Hamilton. Il monologo dell’inglese e della Mercedes continua. Lewis ha centrato a Suzuka l’ennesimo successo, numero 71 in carriera, quarta gara di fila, vincendo a mani basse il Gran Premio del Giappone in testa dallo start fino alla bandiera scacchi. Un dominio Mercedes che fa ancora doppietta con Bottas secondo senza acuti. Mondiale piloti e costruttori ipotecato dalle frecce d’argento (Hamilton può chiudere il discorso già ad Austin) con la Ferrari alle prese con un’altra giornataccia: Raikkonen quinto e anonimo, Vettel sesto in rimonta dopo il contatto con Verstappen a inizio gara che ha costretto il tedesco a ripartire dalle retrovie. Sul podio ci finisce proprio la Red Bull dell’olandese davanti al compagno Ricciardo. A punti anche Perez (Force India), Grosjean chiude ottavo con la Haas, Ocon (Force India) e Sainz (Renault). Capitolo Sauber Alfa Romeo: ritirato nel finale Leclerc, 12simo Ericsson.

LA GARA

Partenza senza scossoni con Hamilton che tiene la prima posizione coperto da Bottas. Vettel subito aggressivo supera le due Toro Rosso allo start e poi Grosjean nelle prime curve ed è quinto. Alla mitica chicane che fu teatro del botto tra Senna e Prost nell’89 il solito Verstappen incalzato da Raikkonen va lungo, poi rientra e spinge all’esterno il finlandese che viene infilato da Vettel. Per l’olandese 5 secondi di penalizzazione a fine gara. Intanto la gara dopo 3 giri viene neutralizzata dalla safety car entrata in pista per rimuovere i detriti sparsi dalla Haas di Magnussen tamponato da Leclerc.

Si riparte al giro 8 ma per Vettel è di nuovo notte fonda quando prova ad attaccare Verstappen alla Spoon per non perdere contatto dalle Mercedes ma l’olandese chiude ancora la porta, ad avere la peggio è ancora la Ferrari, Seb finisce in testacoda e riparte dal fondo della classifica.

Dopo un avvio così vibrante la gara si normalizza con Hamilton e le Mercedes in pieno controllo, Verstappen che tiene a bada Raikkonen pur gravato della penalità da scontare e Ricciardo risalito dalla 15sima posizione di start sino alla quinta. Cosa che prova a fare Vettel a suon di sorpassi

Primo a fermarsi è Raikkonen un po’ in crisi di gomme, Verstappen rientra poco dopo così come Ricciardo e le due Red Bull evitano l’undercut del finlandese. Giro 23 e 24 tocca alle due Mercedes, prima Bottas e poi Hamilton che conserva la testa della corsa.

Vettel risalito decimo si ferma a metà gara per il suo pit stop e ripiomba nelle retrovie costretto di nuovo a una serie di sorpassi almeno divertenti per il pubblico di Suzuka. Il tedesco in pochi giri rientra in zona punti, nono superando il futuro compagno Leclerc quindi in successione le due Force India e in ultimo la Haas di Grosjean salendo al sesto posto dietro le prime 5 posizioni oramai congelate.

Il finale di gara si ravviva con Verstappen che alza incalza Bottas dovendo tenere Ricciardo a oltre 5 secondi per via della penalità da scontare. A una decina di giri dal termine finisce la corsa di Leclerc. Hamilton porta a termine la sua cavalcata oramai mondiale, Bottas tiene a bada Verstappen che si accontenta del podio. Per la Ferrari è un altro week end nero ed il giro veloce di Vettel nel finale è solo una magra, magrissima, inutile consolazione.

Luca Fusco


Tags: ferrari hamilton vettel gp giappone Formula 1

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE