Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 14 Ottobre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Taarabt rimpiange il Milan e attacca Redknapp: Bugie, non sono grasso

21/10/2014 13:39

Taarabt rimpiange il Milan e attacca Redknapp: Bugie, non sono grasso |  Sport e Vai

Fino all’ultimo giorno di calciomercato il Milan ha pensato a riscattare Taarabt ma alla fine un accordo economico non è stato trovato e l’esterno offensivo è tornato al Qpr ma chissà che sia lui che lo stesso club di Premier non si siano già pentiti. Nei giorni scorsi l’ala era stato oggetto di un violento attacco da parte del tecnico Redknapp: E' sovrappeso di 10 kg, non posso difendere uno che prende un sacco di soldi e non riesce ad essere in forma. Non è infortunato, ma in questo momento non può assolutamente giocare a calcio. L'ho fatto giocare in una partita con la squadra riserve, vi dico che io al suo posto avrei corso di più. Io mi fido degli uomini che ci provano, che lavorano ogni giorno e s'impegnano: quando lo farà anche lui, allora lo prenderò in considerazione. Se pensa di prendere 70mila sterline a settimana senza allenarsi, ha sbagliato di grosso". La replica è arrivata oggi a mezzo stampa. Il marocchino parlando al Daily Mail si è difeso ed ha fornito…le prove, mostrandosi a torso nudo con un ventre non certo da obeso.

LA REPLICA - Per Taarabt quello sbagliato è il tecnico: "Lui spende la maggior parte del tempo nel suo ufficio e vede l'allenamento solo 5 o 10 minuti. Devo proteggere la mia reputazione, io sono un professionista: qui tutti sono demotivati. Anche gli assistenti allenatori Glenn Hoddle e Les Ferdinand amano il mio modo di giocare ma lui non dà retta a nessuno. Purtroppo non siamo una squadra, non c’è un’idea di gioco e gli allenamenti non sono intensi come al Milan: tutti i giocatori sono ormai demotivati. Non sono sovrappeso, io sono un professionista: non sto replicando alle sue parole, sto solo difendendo la mia reputazione. Ho giocato con le riserve per 90'. Se non stavo correndo come avrebbe voluto, poteva togliermi dal campo. Io sono uno che inventa gioco, non che lo distrugge. Non sono quel tipo di giocatore". Parole dure che sembrano propedeutiche a un divorzio, probabilmente già a gennaio. Possibile che se il Milan tornasse alla carica il Qpr sarebbe disposto a praticare un forte sconto sul prezzo del cartellino e chissà che la cura-Inzaghi non possa far perdere qualche grammo al giocatore…

Stefano Grandi


Tags: milan INZAGHI redknapp qpr

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE