Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 29 Marzo 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli: Numeri da brividi e Benitez sotto accusa, la nuttata è lunga

22/09/2014 11:32

Napoli: Numeri da brividi e Benitez sotto accusa, la nuttata è lunga |  Sport e Vai

Si può spiegare solo con i mancati colpi di calciomercato l’avvio-horror del Napoli in questa stagione? Anche i più avvelenati contro De Laurentiis cominciano a dubitare di tutto e tutti dopo il ko degli azzurri a Udine. I numeri condannano Rafa Benitez, i giocatori e tutta la società: tre punti in tre gare in campionato nonostante un calendario tutt’altro che irresistibile, solo due gol fatti e tre subiti ma pesantissimi visto che le sconfitte per 1-0 con Chievo e Udinese hanno scaraventato il Napoli lontanissimo dalla vetta e divorato dai problemi interni. Cos’è successo in un mese e mezzo ad una squadra che doveva partire per lottare per lo scudetto tra l’euforia generale? Una caduta vertiginosa ed inspiegabile, quella del Napoli. Dopo il mercato in tono minore è arrivata l’eliminazione dalla Champions, che ha minato in maniera letale il morale delle stelle delle squadra, subito dopo ci sono state le polemiche sulla maxivacanza a Liverpool di Benitez ed i tira e molla sul rinnovo di contratto, quindi, dopo la vittoria a Marassi con gol al 95’, due sconfitte inattese in campionato, intervallate dal successo in Europa League. Napoli si è svegliata affranta dopo il capitombolo del Friuli: doveva essere il crocevia per la risalita, si è trasformato nel burrone dove sono caduti tutti, a partire da Benitez. Non sono piaciute le scelte di formazione: turnover massiccio, tre big lasciati in panchina (Mertens, Hamsik e Callejon più l’influenzato Inler), giocatori fuori ruolo (Zuniga esterno offensivo), i nuovi mandati allo sbaraglio (Lopez all’esordio al fianco di Gargano) o quasi (Michu, giudicato non pronto fino a pochi giorni fa e ora schierato titolare come trequartista).

LE ACCUSE - Non è piaciuto il possesso palla non finalizzato alla conclusione (tre tiri in porta in tutto). Non è piaciuta l’ennesima distrazione da calcio piazzato che ha portato al gol decisivo di Danilo. Non è piaciuta la reazione nervosa e inconcludente. E ora l’aria si è fatta irrespirabile a Napoli. Tutti sotto accusa, lo spogliatoio ribolle, la città è furiosa, De Laurentiis tace ma freme. La stagione sembra già compromessa al 22 di settembre ed è intollerabile. Uscire fuori da questo tunnel non sarà facile: il calendario dà una mano con gli impegni consecutivi contro Palermo al San Paolo e Sassuolo in trasferta, ma se non si recupera compattezza interna rischia di essere un boomerang. Per ora nessuno parla né di esonero né di dimissioni ma ulteriori passi falsi potrebbero far precipitare la situazione. Benitez è chiamato ad una dimostrazione di coraggio e di autorità: deve far capire di avere ancora la squadra in pugno e il polso della situazione. Solo così il Napoli potrà superare questo momento. Adda passà ‘a nuttata, diceva Eduardo. Ma questa nottata per il Napoli sembra infinita.

Stefano Grandi


Tags: udinese de laurentiis benitez calciomercato napoli zuniga Lopez michu

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE