Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 26 Giugno 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli, mercato da senza voto: i veri nodi sono ancora irrisolti

01/09/2017 14:48

Napoli, mercato da senza voto: i veri nodi sono ancora irrisolti |  Sport e Vai

C'è chi ha avuto il mercato bloccato dalla Fifa, come l'Atletico Madrid. E c'è chi, come il Napoli, il blocco se lo è praticamente imposto da solo. Troppo forte la squadra ammirata nella seconda parte dello scorso campionato, troppo perfetti e consolidati i meccanismi che hanno trasformato la Sarri Band in una macchina da gol e da spettacolo. "Perché cambiare?", si sono detti De Laurentiis, Giuntoli e l'allenatore. E in effetti le novità in entrata sono state appena due, Ounas e Mario Rui. Due riserve. Ma davvero questo Napoli non si poteva migliorare, non tant

GLI ACQUISTI

L'esterno d'attacco franco-algerino e il laterale portoghese, dunque, per puntellare una rosa già completa. Sarri, che conosce bene Mario Rui per averlo avuto ad Empoli, dovrebbe alternarlo con Ghoulam a sinistra con maggiore continuità rispetto a quanto fatto in passato con Strinic. Ounas invece difficilmente riuscirà a ritagliarsi spazi in tempi brevi: Rog, ad esempio, l'anno scorso fu 'rischiato' da Sarri soltanto a dicembre, dopo 3-4 mesi di ambientamento. Solo nel 2018, invece, arriverà Inglese, attaccante 26enne del Chievo di buona tecnica ma migliorabile sotto porta. Un profilo sicuramente interessante, anche se il sogno resta Berardi. 

LE CESSIONI

Soprattutto negli ultimi giorni di mercato il Napoli ha pensato a sfoltire la rosa. Assai redditizie le cessioni di Zapata e Strinic alla Samp (22 milioni), di Pavoletti al Cagliari (10 milioni), strategiche quelle di Grassi alla Spal, di Maiello al Frosinone, dei vari Dezi e Roberto Insigne (Parma). Anche se aver sguarnito l'attacco di punte potrebbe rivelarsi un problema: che succederà in caso di infortunio a Mertens o Milik? Inglese potrebbe arrivare solo a gennaio...

I RINNOVI

 A conti fatti, le operazioni migliori De Laurentiis le aveva fatte in anticipo, prolungando gli accordi con Mertens ed Insigne. Non è stata affrontata, invece, la questione portiere. Reina giocherà a scadenza (ed è stato vicino al passaggio al Psg), così come Rafael. L'unico col contratto nuovo è Sepe, che Sarri nel 2016-17 ha considerato il terzo portiere in rosa. 

IL VOTO

Un mercato talmente poco significativo da poter essere archiviato come da SV, insomma, vista la marginalità delle operazioni effettuate e l'aver rimandato a data da destinarsi i nodi più importanti, come il portiere o il terzino destro (dove il ricambio di Hysaj, di per sè discontinuo, è il vecchio Maggio). Vista la grande abbondanza di denaro a disposizione garantita dal passaggio ai gironi di Champions, sarebbe stato lecito attendersi qualcosina in più. Ma magari hanno ragione De Laurentiis, Giuntoli e Sarri: questo Napoli, così com'è, non è migliorabile. 

Tommaso Rizzo


Tags: napoli pagella Calciomercato

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE