Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 26 Febbraio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli, Gargano rivelazione d’autunno: ora è quasi intoccabile

30/09/2014 16:59

Napoli, Gargano rivelazione d’autunno: ora è quasi intoccabile |  Sport e Vai

C’è qualcosa di nuovo nell’aria del centrocampo del Napoli, anzi d’antico. Che risulti quasi sempre Gargano il migliore in campo a fine partita è una scommessa che in pochi avrebbero fatto a inizio stagione, quando le speranze di un calciomercato d’avanguardia e i preconcetti sul centrocampista uruguaiano suggerivano più una sua cessione che altro. Invece el Mota ha stupito tutti: prima Benitez, che non si è fatto problemi a spedirlo in campo dall’inizio sin dalla prima partita con l’Atletico Bilbao ai preliminari di Champions, poi i tifosi che dopo le perplessità (e i fischi) iniziali hanno cominciato ad apprezzarne doti e cuore. Un motorino inesauribile Gargano, tant’è che finora Benitez l’ha schierato quasi sempre. A fargli posto ora Inler, ora Jorginho, ora i nuovi come David Lopez e De Guzman. L’uruguaiano gioca, poi si può discutere su chi affiancargli. E Gargano ha dimostrato di potersi adattare con qualsiasi compagno, come faceva in passato con Reja e Mazzarri prima che incomprensioni con tecnico e società non lo spingessero verso l’Inter. Lì si ruppe qualcosa con la tifoseria azzurra: frasi male interpretate, equivoci, problemi: di fatto scoppiò la guerra contro Gargano che al suo ritorno in azzurro dopo gli anni all’Inter e al Parma fu accolto malissimo.

LA METAMORFOSI - Quei fischi iniziali si sono però trasformati in applausi convinti. In attesa di tempi migliori l’agonismo di Gargano è la medicina migliore per aiutare il Napoli a risalire dalle secche di un avvio horror di stagione. La vittoria col Sassuolo ha ridato ossigeno ad una squadra che è ancora paralizzata dalle sue paure e dalla mancanza di autostima, ora serve continuare su questo trend e fare bottino pieno prima della sosta. Giovedì c’è la trasferta in Europa League a Bratislava contro lo Slovan, domenica sera c’è il Torino al San Paolo. Indispensabile un filotto positivo per ripartire con entusiasmo.

TURNOVER IN EUROPA - Benitez non ha convocato Zuniga (che rientrerà con i granata) e Jorginho e conta di utilizzare ancora il turnover. Difficile però che rinunci proprio a Gargano: a riposarsi dovrebbe essere David Lopez con Inler candidato a giocare dal 1’. Attesi cambi in ogni reparto. In porta si potrebbe vedere anche Andujar al posto dell’incerto Rafael, una maniera anche per testare l’ex Catania qualora il portiere brasiliano dovesse confermare un momento poco felice, in difesa dovrebbe uscire Albiol per far giocare Henrique al fianco di Koulibaly con Maggio e Ghoulam sulle fasce, davanti toccherà a Callejon, Hamsik e Michu con Zapata al posto di Higuain.

Stefano Grandi


Tags: napoli inler benitez europa league maggio Gargano david lopez

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE