Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 29 Novembre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Milan, il miracolo di Galliani: 8 acquisti e 18 milioni di attivo

02/09/2014 11:00

Milan, il miracolo di Galliani: 8 acquisti e 18 milioni di attivo |  Sport e Vai
Considerando le necessità di bilancio e l’obbligo di rifondare una squadra reduce da una delle annate peggiori della sua storia recente, il Milan può dirsi davvero soddisfatto di questo calciomercato estivo. Adriano Galliani, come sua abitudine, si è mosso nell’ombra per settimane, trasformandosi in assoluto protagonista negli ultimi tre giorni di mercato, “i giorni del condor”, come li ha definiti lo stesso dirigente rossonero citando un vecchio film con Robert Redford. Il bilancio finale parla di un saldo attivo di quasi 18 milioni di euro (il migliore della serie A) e otto nuovi giocatori messi a disposizione di Pippo Inzaghi. CESSIONI IMPORTANTI. Certo, Galliani ha dovuto rinunciare a un simbolo rossonero come Kakà, tagliando il suo ingaggio pesante, ma insieme al Ricky il dirigente è riuscito a liberare il Milan anche del meno amato Robinho. La rinuncia a Mario Balotelli, l’unico giocatore del Milan che avesse un vero mercato, è stata meno dolorosa: i 20 milioni di euro incassati dal Liverpool sono stati fondamentali per le casse del Milan. Molto più difficile da mandare giù per i tifosi, invece, la cessione di Bryan Cristante all’ultimo giorno di mercato: se il Milan deve ripartire dai giovani, i giovani di talento non andrebbero persi, si afferma dal fronte anti-Galliani. Il Benfica, però, ha sborsato 6 milioni di euro per un giocatore che, finora, ha collezionato 5 presenze e 1 gol in prima squadra: per Galliani era davvero dura dire di no a un’offerta simile. OPERAZIONE LAMPO. L’uomo mercato rossonero ha immediatamente reinvestito quella somma per Jack Bonaventura, preso per 5 milioni dall’Atalanta: un’operazione lampo, questa, portata a termine da Galliani in solo un’ora, dopo che Christian Zaccardo, rifiutando il passaggio al Parma, aveva fatto saltare la trattativa per Jonathan Biabiany, addirittura già annunciato ufficialmente dal Milan, poi costretto a fare marcia indietro (sarebbe costato 4 milioni più il cartellino del difensore). Bonaventura è tecnicamente e tatticamente differente da Biabiany e rappresenterà probabilmente il giocatore più difficile da collocare per Inzaghi nel suo 4-3-3. COLPI ALLA GALLIANI. Gli altri acquisti, invece, soddisfano alla perfezione le richieste del nuovo tecnico. Diego Lopez, un rigore parato all’esordio contro la Lazio, è la sicurezza in porta che serviva al Milan; Alex il leader esperto (ma non stagionato) di una difesa che andava rifondata e che avrà nel brasiliano e in Rami - riscattato dal Valencia per 4,2 milioni di euro - i suoi perni centrali; Menez l’elemento di fantasia di un attacco che sembra poter già contare su un ritrovato El Shaarawy. Tre colpi a parametro zero, i preferiti da Galliani, ai quali si sono poi aggiunti i prestiti gratuiti dal Chelsea di Fernando Torres e di Marco Van Ginkel, elementi desiderosi di riscatto dopo stagioni sfortunate, per motivi diversi. Aggiungendo i gregari Pablo Armero (500mila euro per il prestito dall’Udinese) e Michael Agazzi (parametro zero), il Milan ha costruito una squadra solida e meno ambiziosa di quelle degli ultimi anni. Ma, proprio per questo motivo, forse più pericolosa.

Tags: GALLIANI kakà torres balotelli INZAGHI Menez alex parametro zero diego lopez rami bonaventura cristante van Ginkel attivo

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE