Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 20 Gennaio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Calciomercato Milan, Kakà: "A Madrid avevo perso la gioia di giocare"

21/09/2013 11:50

Calciomercato Milan, Kakà: "A Madrid avevo perso la gioia di giocare" |  Sport e Vai

Non è bastato il primo intoppo, con l’infortunio muscolare che lo ha messo ko per almeno un mese, a far pentire Kakà della scelta di aver lasciato Madrid per tornare al Milan. Il brasiliano si confessa alla rivista ufficiale del club rossonero “Forza Milan” e rivela: “A Madrid sono cresciuto tanto a livello personale, ma ho anche perso la gioia di giocare. Qui è il posto giusto per ritrovarla". Il trequartista non rinnega niente della sua esperienza a Madrid: "E’ tornato un Kakà molto più esperto e un uomo più forte, dopo quattro anni difficili a livello professionale e personale. A Madrid ho imparato a subire le critiche, a essere messo in discussione e continuamente sotto pressione. Tanti dubbi che alla fine mi hanno fatto crescere". Il rapporto con Mourinho, così come gli infortuni, hanno contribuito a rendere difficile, fin dal principio, la sua esperienza al Real: "Ho sempre cercato di avere la fiducia di Mourinho, ma lui aveva altre idee. Mi sono sempre messo a disposizione. A Madrid si giocava con il 4-2-3-1, ma non era il ruolo il mio problema. Le difficoltà sono iniziate dopo la pubalgia e gli arrivi di Ozil e Di Maria. Quando ho avuto la possibilità di giocare, non penso di aver fatto male". Ora Ricky è tornato a casa e anche questo nuovo stop preoccupa meno rispetto al recente passato: "Che cosa ha il Milan di speciale? Penso siano i rapporti personali. Qui sono sempre stati più stretti, più vicini, è questo che fa la differenza. Una differenza che ho sentito pesantemente a Madrid, ma lo dico senza alcun intento polemico. Provo a spiegarmi meglio: è il Milan ad essere l’eccezione positiva in questo contesto, l’ambiente che c’è al Real trova riscontro in molti altri club. Affronto questa nuova esperienza con una consapevolezza diversa rispetto a prima. Ora devo essere un leader, è un ruolo nuovo per me. Spero di restare tante stagioni, voglio aiutare questi ragazzi e anch’io ho ancora tanto da imparare. Dieci anni fa arrivavo al Milan in un’altra situazione, ma sono le stesse sensazioni: mi sembra di non essere mai andato via".

 


Tags: milan real madrid mourinho kakà di maria ozil

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE