Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 14 Luglio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Calciomercato Milan, Allegri: Siamo troppi, qualcuno verrà ceduto

15/12/2013 14:56

Calciomercato Milan, Allegri: Siamo troppi, qualcuno verrà ceduto |  Sport e Vai

Due sono già arrivati, ovvero Rami e Honda, qualcun altro (leggi Parolo) potrebbe arrivare a breve. Inevitabile dunque che per il Milan il calciomercato a gennaio comprenderà anche qualche addio. Lo conferma lo stesso Allegri alla vigilia della gara con la Roma: “Di mercato ne parlerò con la Società. Qualche giocatore dovrà partire perché siamo in 30. Ci sono giocatori che hanno bisogno di giocare”. Sull’arrivo di Honda poche parole (“E’ un giocatore di grande personalità, di buona tecnica. Un giocatore specifico per giocare nell’albero di Natale”) perché il tecnico rossonero preferisce soffermarsi su chi c’è già. Da chi come El Shaarawy sembra vittima di una macumba (“In questi primi mesi di stagione non siamo quasi mai riusciti ad averlo, come un po’ De Sciglio. I valori di Stephan rimangono importanti, rimane un ’92 che ha fatto 16 gol nella scorsa annata. Nel play-off di Champions ha fatto anche un gol importante”) a chi come Balotelli è atteso al confronto con Totti: Sta crescendo e ha capito i momenti della partita con l’Ajax, facendo anche il difensore. Lui e Totti sono due grandissimi giocatori. Io avrei preferito che Totti non ci fosse stato perché è un catalizzatore del gioco, alza la qualità della squadra. Balotelli sta crescendo, ha enormi potenzialità. Mercoledì ha fatto un grande lavoro difensivo e sono contento”. La Roma in estate lo aveva cercato, Allegri avrebbe potuto essere al posto di Garcia oggi: “C’erano anche altre squadre che mi avevano avvicinato, ma non ho nessun rimpianto. Sono molto contento di essere al Milan e di finire al meglio qui il lavoro”.

L’AVVERSARIO.  Per il lavoro del club giallorosso solo complimenti: “Devo fare i complimenti a Sabatini e Massara. Hanno costruito una squadra forte tecnicamente e fisicamente, affidata ad un allenatore che si è calato subito nel campionato italiano. La Roma ha subito pochissimi gol e questo già offre la cifra di questa squadra e la classifica lo dimostra. Spero che la Roma domani perda, servirà una grande partita. I giallorossi sono solidi e se vanno in vantaggio è difficile rimontare. Contro la Fiorentina ha giocato un’ottima partita. La Roma, oltre a Totti, ha recuperato un giocatore importante come De Rossi, Gervinho è stato un innesto di rilievo. Hanno giovani come Ljajic e Destro che sono di qualità. E’ una squadra difficile da affrontare”. Del suo futuro vorrebbe non parlare più ma Allegri non può far finta di niente dopo i complimenti avuti dall’ex ct Marcello Lippi: “Mi fanno piacere, magari gli pagherò una cena quando rientrerà in Italia. Sono sempre stato convinto delle mie qualità. Non ha mai dubitato di quello che sono capace di fare anche se un allenatore dipende dai risultati, ma al Milan in tre anni qualcosa di buono si è fatto". Dopo un passaggio sulla Champions, in attesa dei sorteggi di domani (Sono dispiaciuto dell’eliminazione delle altra squadre italiane per il ranking europeo. Noi dovremo cercare di fare il massimo sapendo che nel lotto dell’urna troveremo un grande avversario. Sarà importante arrivare bene a febbraio-marzo, avendo pochi infortunati. Intanto vediamo il sorteggio domani”) Allegri rivela cosa si aspetta dal suo Milan prima della sosta: “Non sarebbe male passare il Natale con due buoni risultati. E’ un obiettivo da metterci in testa. In campionato siamo indietro. Abbiamo 18 punti, ora ci sono partite difficili e serve dare continuità ai risultati. Purtroppo abbiamo ancora dei giocatori fuori, El Shaarawy ha nuovamente l’infiammazione al piede, Abate ha ancora fastidio alla caviglia. Sarebbe importante avere tutti e fortunatamente abbiamo comunque dei rientri. Compattezza e concretezza sono le cose essenziali. Quello che rimane è il risultato, rimangono le vittorie e difficilmente si torna a vedere come sono arrivate, quindi compattezza e concretezza sono importanti anche se per raggiungere obiettivi a lungo termine non si può prescindere da giocare bene al calcio”.

Stefano Grandi

 


Tags: Roma honda totti allegri balotelli champions calciomercato milan

PhotoGallery

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE