Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 25 Gennaio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Ziliani: Basta buonismi su Mihajlovic, lui è così

13/07/2020 09:38

Ziliani: Basta buonismi su Mihajlovic, lui è così |  Sport e Vai

Da eroe e modello per tutti a maleducato che deve stare al posto suo. Sinisa Mihajlovic per mesi è stato additato da tutti come un esempio, salvo poi ricordare i lati aspri del suo carattere dopo lo sfogo con Sky. E' il senso dell'articolo dal titolo "Salvate il soldato Sinisa” di  Paolo Ziliani sul Fatto Quotidiano:  “E’ giunta l’ora, per chi ama il pallone e i suoi personaggi più autentici, di scendere in campo a fianco di Sinisa Mihajlovic: perché di tutto c’è bisogno nel calcio italiano tranne che dell’estinzione di personaggi (addetti ai lavori, persone) come lui - scrive Ziliani - Da quando ha annunciato pubblicamente di avere la leucemia è partita la gara a trasformarlo nel santino più bello, esemplare, edificante del mondo. Siccome Mihajlovic ha la leucemia e ha deciso di dircelo, non è più la persona che conoscevamo. Se prima era generoso, fiero e combattente ma anche ruvido, insofferente e a volte anche scortese e sgarbato, ora questo secondo aspetto non ha più diritto di affiorare: i media hanno eretto l’altarino e ora Sinisa dev’essere Santa Maria Goretti“.

Mihajlovic personaggio vero in un calcio finto

Quando il 23 giugno Sinisa è tornato in panchina per Bologna-Juventus, continua, partita condizionata dalle decisioni arbitrali,    “il buonismo delle sue dichiarazioni post partita, rilasciate a denti strettissimi, era stato elogiato come la conferma del miracolo: Mihajlovic non era più Mihajlovic, era San Sinisa caduto da cavallo e folgorato sulla via della Continassa. Invece no, Mihajlovic per fortuna è ancora Mihajlovic. Lo ha dimostrato chiamando Caressa “il piccolino, quello marito di Benedetta Parodi” e dicendo che Sky sembra Inter Channel”    “e naturalmente tutti tornano di colpo a stracciarsi le vesti, ma come si permette, maleducato, irrispettoso, non è così che si rovina il santino nel quale ti avevamo racchiuso. Poco elegante? Certamente. Rozzo? Può darsi. Irragionevole? Mah. Noi, che La Voce del Padrone la distinguiamo a occhi chiusi, non diremmo proprio. Ma che abbia ragione o no, a noi interessa che Mihajlovic continui a essere Mihajlovic: un personaggio vero in un calcio sempre più finto“.


Tags: mihajlovic leucemia caressa

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE