Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 5 Dicembre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Var, Rizzoli fa chiarezza: Colpa del protocollo non degli arbitri

29/06/2020 08:57

Var, Rizzoli fa chiarezza: Colpa del protocollo non degli arbitri |  Sport e Vai

"Il Var a chiamata è una considerazione, non siamo contrari, è una scelta che è stata fatta da un ente che gestisce regole e protocollo. Non ho nulla di ostativo in merito ma le regole devono valere in Italia come all'estero e al momento non è un argomento in discussione alla Fifa e all'Uefa, provare potrebbe essere una soluzione perché eliminerebbe alcune polemiche ma non possiamo fare scelte personalizzate". Nicola Rizzoli, designatore arbitrale, interviene sulle tante polemiche legate all'utilizzo del Var e indirettamente risponde allo sfogo di Commisso, presidente della Fiorentina, parlando a Radio anch'io sport su Radio1.

Il Var non può essere troppo impattivo

"Se potessimo utilizzare il Var per togliere i dubbi gli interventi sarebbero tanti, il calcio non è una scienza esatta, perciò viene utilizzato solo per gli errori evidenti, chiari, non possiamo fermare il gioco in una maniera troppo impattiva". Per molti il Var non è ancora riconosciuto e professionale: "Noi dell'Aia stiamo già creando professionisti del Var, come è successo con gli assistenti. E' un cambio mentale e culturale ma gli arbitri ricorrono spesso al Var nella maniera più adeguata, gli arbitri non vogliono sbagliare, qui si tratta di applicare un protocollo restrittivo, si parla di chiaro  ed evidente errore, e questo ne limita l'utilizzo. Il Var è un progetto ancora giovane, è nato da tre anni e per migliorare bisogna sbagliare e fare esperienza".

Il Var non utilizzato per il rigore alla Lazio

I casi recenti più scottanti sono i rigori dati contro Lazio e Brescia senza l'ausilio del Var: "Nel caso della Lazio la dinamica portava a dare rigore, non tutti inizialmente hanno parlato di qualcosa di opposto, dal campo il 99% degli arbitri avrebbero preso la stessa decisione. Poi ci sono anche casi un po' diversi".

Il Var potrà arrivare anche in serie B

Un ascoltatore chiede se il Var potrà essere utilizzato anche in serie B: "Ce lo auguriamo, aiuterebbe a velocizzare l'esperienza di cui dicevo prima. In Spagna hanno già cominciato, è una palestra importante che serve a tutti". L'ex designatore Casarin invece batte sull'errore di aver cambiato la regola sul fallo di mani ("si volevano più gol?"): "Non posso commentare io chi cambia le regole, noi ci limitiamo ad applicarle ed è la cosa più difficile, l'obiettivo era di rendere più chiara la regola ma su alcuni concetti sono d'accordo. Si voleva rendere più oggettivo il fallo di mani e non è così".

Sotto accusa anche gli orari delle partite: "E' complicato il calendario, non c'entrano gli orari. Si gioca tanto e non c'entrano tante le temperature, che pure possono incidere, che peraltro valgono per tutte le squadre. Non dimentichiamo che veniamo fuori da 3 mesi di stop e riprendere è complicato. La serie A è diventata come la fase finale di un Mondiale o un Europeo e questo incide molto come anche l'assenza del pubblico, visto che si sentono tutte le voci in campo, Abbiamo giocato già 25 partite eppure abbiamo ripreso solo la settimana scorsa".


Tags: arbitri rizzoli var

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE