Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 26 Giugno 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Spalletti ha già nostalgia di Icardi e sprona Lautaro

20/02/2019 14:13

Spalletti ha già nostalgia di Icardi e sprona Lautaro |  Sport e Vai

Gli esami clinici di Icardi assieme al dottor Volpi, permettono a Luciano Spalletti di premere il tasto "pausa" al nastro che gira da giorni attorno all'Inter ("aspetto il programma di recupero del dottore").  Dopo il bollettino sulle condizioni del bomber ("Mauro Icardi si è sottoposto questa mattina a risonanza magnetica presso l'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano a causa di sintomatologia dolorosa anteriore al ginocchio destro. Gli accertamenti non hanno evidenziato variazioni significative rispetto agli esami eseguiti prima dell'inizio della stagione sportiva in corso") si può parlare più liberamente della gara col Rapid di domani, dell'Europa League, di Lautaro Martinez. Anche se il "fantasma" di Maurito riappare ogni tanto come quando chiedono al tecnico nerazzurro se le due punte argentine possono coesistere: "Ho detto che per me sono molto simili. Sono due punte centrali, ma come tutti i calciatori forti possono coesistere. A quel livello si mette a posto tutto da soli, non c'è bisogno di sistemare molto le cose. Uno è più bravo in area, l'altro è disinvolto anche a venire fuori. Non c'è bisogno di mettere tutti i puntini. Lautaro deve far vedere che a contatto con la porta ha la stessa eccezionale bravura dell'altro, ma venendo a fraseggiare con la squadra fa vedere di avere qualcosa in più. Quando fino a poco tempo fa non avevamo Icardi dicevamo che era un'assenza pesante per noi. Ora che non può giocare è lo stesso". Spalletti non pensa alla sua squadra come la principale favorita per la vittoria dell'Europa League: "L'Inter è favorita come ce ne sono altre cinque o sei. In queste competizioni non ce n'è una, c'è un pacchetto. A tutte viene posta la stessa domanda. Lei ha copiato la domanda che fanno le domande al Chelsea o alle altre squadre di alto livello. Noi siamo sicuramente in quel pacchetto e come ha detto Candreva dobbiamo ambire ad andare più in là possibile e poi vedere perché sarà lo scorrimento delle partite a dire se abbiamo avuto un comportamento di livello che vuole la storia, la società e il colore della maglia che indossiamo". Vedere la Champions solo in tv è una ferita che ancora sanguina: "Mi girano un po', ma poi bisogna prendere il risultato del campo e vedere se si è fatto tutto quel che si doveva fare. Se non abbiamo fatto tutto tutto, poco ci manca. Si vedono i risultati che danno seguito a questa competizione, i clienti che avevamo erano veramente scomodi. Per come si era messa la situazione, bisogna andarci a guardare in profondità, perché quel centimetrino in più forse lo potevamo fare per la qualificazione, visto che abbiamo fatto i chilometri. Ma va accettato e bisogna fare tesoro di un'esperienza importante che serve al percorso che abbiamo iniziato e che secondo me stiamo portando avanti".

 


Tags: europa league spalletti Icardi

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE