Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 26 Agosto 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Serie A, Roma-Sassuolo 1-1, Berardi gela l'Olimpico al 94'

10/11/2013 17:05

Serie A, Roma-Sassuolo 1-1, Berardi gela l'Olimpico al 94' |  Sport e Vai

ROMA – Un gol a sorpresa di Berardi strozza l’urlo di gioia della Roma all’ultimo secondo e riapre la lotta in testa al campionato. I giallorossi si fanno raggiungere all’ultimo secondo da un Sassuolo indomito e possono recriminare solo per i tanti errori commessi sotto porta. E dire che la fortuna ci aveva messo lo zampino a spianare la strada alla capolista: un autogol di Longhi, che dopo 19 minuti aveva spinto nella sua porta una palla ribattuta da Pegolo dopo un tiro di Florenzi, aveva sbloccato una gara non semplice. Era quello che serviva alla squadra di Garcia per ricompattarsi dopo più di un quarto d’ora di sofferenza tra attacchi imprecisi e qualche pericolo dietro. Il Sassuolo, a differenza di altre piccole, non era venuto all’Olimpico a fare le barricate. Anzi. Vivace e sfrontata la squadra di Di Francesco nei primi minuti ma quell’episodio avverso ha condizionato tutta la sua gara successiva. Ha potuto giocare relativamente sul velluto la Roma che non è riuscita però a dare il colpo di grazia agli emiliani peccando di superficialità sotto porta. Il primo tempo è scivolato via senza grosse emozioni, con tanti falli e con lo spettacolo grande assente. Garcia è costretto a ridisegnare la squadra per l’infortunio di Borriello, sostituito da Bradley. Anche nella ripresa la capolista è apparsa un po’ pasticciona nel non affondare i colpi e poco concreta davanti: Ljalic e Pjanic non trovano la giusta intesa e sprecano un po’ troppo, la mancanza di un attaccante centrale agevola gli inserimenti dei centrocampisti ma manca la giusta fluidità mentre il Sassuolo fa tutto bene ma solo fino all’area avversaria, dove si perde senza riuscire a rendersi pericoloso. Passano i minuti e la Roma spreca ancora, reclama due rigori – prima per un presunto fallo su Ljalic e poi per un sospetto mani in area di Antic – e non chiude il match, mentre Di Francesco si gioca la carta Zaza nel finale per tentare il tutto per tutto. Brivido a pochi minuti dalla fine quando De Sanctis salva il risultato su conclusione ravvicinata di Floro Flores ma il pasticcio arriva a tempo scaduto: Berardi gela l’Olimpico sfruttando un rimpallo sotto porta e frena la marcia giallorossa.

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Castan, Burdisso, Balzaretti; De Rossi, Strootman, Pjanic (Caprari al 30’ st); Ljajic, Borriello (Bradley al 33’ st), Florenzi (Marquinho al 39’ st). A disp. Lobont,  Skorupski, Jedvaj, Romagnoli, Torosidis, Dodò, Taddei, Ricci, Gervinho. All.: Garcia.

SASSUOLO (3-4-3): Pegolo; Antei, Bianco, Acerbi; Gazzola (Kurtic al 27’ st), Marrone,  Magnanelli (Zaza al 34’ st), Longhi; Berardi, Floro Flores, Missiroli (Farias al 19’ st). A disp. Pomini,  Rosati, Rossini, Pucino, Ziegler, Laribi, Schelotto,  Chibsah,  Masucci, Alexe. All. Di Francesco.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste

MARCATORI:  aut.Longhi (Ch) al 19’ pt, Berardi (S) al 49’ st

NOTE: ammoniti Magnanelli (S), Strootman (R), Floro Flores (S), Berardi (S), Ljalic (R), recupero 3’ pt e 4’ st.

 


Tags: Roma chievo sassuolo capolista di francesco pjanic Florenzi berardi Zaza longhi

PhotoGallery

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE