Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 12 Dicembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Sassuolo-Lazio 0-3: sinfonia biancoceleste

01/03/2015 17:08

Sassuolo-Lazio 0-3: sinfonia biancoceleste |  Sport e Vai

REGGIO EMILIA –Tre gol fatti, tanti sfiorati, quarto posto blindato e solo buone notizie per la Lazio che riduce il Sassuolo ai minimi termini dando dimostrazione di carattere, personalità e qualità. Nel mirino anche il terzo posto del Napoli (l’avversario delle semifinali di coppa Italia di mercoledì all’Olimpico) dopo il successo per 2-0 in Emilia. Non c’è il solito Sassuolo sbarazzino nel primo tempo: Zaza e Berardi serviti poco e male, reparti poco collegati ed ecco che la partita la fa la Lazio. L’uomo in più si chiama Keita, presente in tutte le azioni più pericolose dei biancocelesti: preferito inizialmente a Klose lo spagnolo è una mina vagante nell’area emiliana, magari non sempre preciso ed a volte un po’ confusionario (paga anche con un’ammonizione per simulazione nel finale del tempo per uno scontro con Consigli in area che sembrava invece rigore) ma sempre pericoloso. Sue le occasioni migliori in quello che è un vero e proprio monologo ospite. Inevitabile che il Sassuolo capitoli e succede proprio prima dell’intervallo quandoFelipe Anderson controlla il pallone dai venti metri e disegna un tiro a giro che si infila direttamente all'incrocio. Illusorio per gli emiliani l’avvio di ripresa: Berardi e Zaza si svegliano dal letargo ma presto la gara torna in mano della Lazio che sfiora il raddoppio con Keita (gol annullato per fuorigioco), Cataldi (botta parata) e Biglia (punizione di poco alta). Pioli vuol chiudere la gara e lancia Klose al posto di Mauri ma il tedesco si divora una palla gol su assist di Anderson. Il Sassuolo però è alle corde e capitola definitivamente: è il 25’ e stavolta Klose non sbaglia, il copione è quello delle occasioni precedenti ma il colpo di testa del panzer, su cross del solito Anderson, stavolta entra in porta e chiude il match. La Lazio dilaga e trova anche il terzo gol con Parolo prima di sprecare più volte l’occasione di fare poker.

SASSUOLO (3-4-3) : Consigli; Gazzola, Bianco (Brighi dal 17’ st), Acerbi; Biondini,Taider (Floccari dal 35’ st), Missiroli, Longhi; Sansone (Lazarevic dal 29’ st), Zaza, Berardi. A disp. Polito, Pomini, Biondini, Fontanesi, Chibsah, Donis, Floccari. All. Di Francesco.

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Cavanda, de Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi, Biglia (Ledesma dal 36’ st), Parolo; Felipe Anderson, Mauri (Klose dal 20’ st), Keita (Candreva dal 29’ st). A disp. Berisha, Strakosha, Basta, Braafheid, Novaretti, Ederson, Onazi, Perea. All. Pioli.  

Arbitro: Russo di Nola

Marcatori: F.Anderson (L) al 45’ pt, Klose (L) al 25’, Parolo (L) dal 33’ st

Note: Ammoniti Gazzola (S), Parolo (L), Bianco (S), Keita (L), Longhi (S), Taider (S)


Tags: lazio sassuolo Anderson keita klose pioli berardi Zaza

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE