Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 20 Febbraio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Rizzoli spiega nuovo progetto Var, Gravina chiede arbitri più liberi

23/08/2019 16:23

Rizzoli spiega nuovo progetto Var, Gravina chiede arbitri più liberi |  Sport e Vai

Tutto pronto per il calcio d’inizio dei campionati e anche la squadra degli arbitri è pronta per la nuova stagione: nell’Aula Magna del Centro Tecnico Federale di Coverciano l’AIA ha riunito i direttori di gara della CAN A e B, insieme al presidente federale Gabriele Gravina e ai rappresentanti delle componenti, per illustrare quelli che saranno gli obiettivi ed il futuro della classe arbitrale italiana.

“Sta per cominciare – ha commentato Gabriele Gravina – una nuova avventura; un nuovo campionato a cui ci avviciniamo più sereni, non avendo passato un’estate tribolata nei tribunali come l’anno scorso, grazie al lavoro portato avanti da questa governance. In questi ultimi mesi, da quando mi sono insediato, ho partecipato a vari incontri che hanno coinvolto l’AIA: occasioni per condividere idee e riflessioni, un confronto per elaborare progetti e per portarci verso un futuro declinato insieme. Gli arbitri devono sentirsi liberi: rispetto al passato ci sono maggiori certezze e più tecnologia: l'importante sarà continuare a seguire la strada del confronto e della massima trasparenza. Il mondo del calcio sta conoscendo anche da noi una nuova fase di rilancio, un nuovo 'Rinascimento'; ci saranno critiche e polemiche, ma queste fanno parte del gioco. Però, non saranno consentite quelle che andranno oltre il rispetto del lavoro degli arbitri e della loro qualità di uomini". Poi, rivolgendosi direttamente agli arbitri presenti, Gravina ha sottolineato: “Voi siete i riferimenti e i paladini del nostro mondo, siete la testimonianza dei valori etici del calcio. Siete uomini veri e a voi va il mio sentito grazie per quello che fate". Il responsabile della CAN A, Nicola Rizzoli, ha illustrato il progetto del nuovo centro Var a Coverciano: “Si tratta di un progetto ambizioso e importante per l’evoluzione e la crescita del mondo arbitrale. Ne siamo orgogliosi e siamo certi che porterà un aumento di professionalità e formazione.” Sullo stesso centro Var è intervenuto a margine anche Gravina, indicando come ci siano “due fasi: una prima di messa in sicurezza della location su cui stiamo già lavorando, e poi la realizzazione delle opere legate alla control room. La nostra idea, per essere molto realistici, è che in questa fase, in questo campionato, realizzeremo tutte le opere ed entreremo in fase sperimentale, per partire poi a pieno regime dalla stagione 2020/2021."

Durante la conferenza hanno ricevuto il Premio Mauro, quali migliori arbitri del campionato di Serie A, Massimiliano Irrati (per la stagione 2017/2018) e Daniele Doveri (per lo scorso campionato 2018/2019).

Nel suo intervento, il presidente dell’AIC, Damiano Tommasi, ha espresso la propria speranza nel riscontrare meno “episodi di insulti e aggressione verso gli arbitri più giovani nei campi di periferia, dove i fari dei media sono meno accesi".

"


Tags: arbitri aia rizzoli

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE