Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 21 Novembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Pizzul: Gol di Baggio quello più bello mai raccontato ma i telecronisti di oggi...

11/11/2018 13:21

Pizzul: Gol di Baggio quello più bello mai raccontato ma i telecronisti di oggi... |  Sport e Vai

Ora è felicemente in pensione ma Bruno Pizzul resta uno dei telecronisti più amati di sempre, tanto diverso da quelli di oggi. Intervenuto a Radio2 nella trasmissione i lunatici ha rivelato il più bel gol raccontato in diretta: "Roberto Baggio era sempre un gran bel vedere. Ai mondiali di Italia 90 fece un gol con la cecoslovacchia molto molto bello. Scambio con Giannini, va via in mezzo a due facendo delle finte di corpo sbilanciando gli avversari, e segna. Un altro gol pazzesco fu quello di Van Basten nella finale del campionato europeo tra Olanda e Unione Sovietica. Fu una rete bellissima". Sui telecronisti di oggi complimenti e critiche: "Sono diventati dei personaggi, come in certa misura è anche giusto che siano. Però il modo di condurre la telecronaca è un po' da protagonisti. Il telecronista dovrebbe essere soltanto quello che accompagna lo spettatore nel racconto della gara, con i toni enfatici e il linguaggio urlato che si usa oggi si corre il rischio di far diventare la cornice più importante del quadro. Comunque sono molto preparati, forse anche troppo".  A differenza di Martellini, Pizzul non ha mai potuto raccontare un'Italia campione del mondo: "Ci siamo andati più vicini ad Italia 90 che quando arrivammo ai rigori in finale col Brasile quattro anni dopo. Nel 90 avevamo tutto per diventare campioni, avevamo calciatori fantastici, giocavamo bene, non arrivammo a disputare la finale solo perché giocammo contro l'Argentina di Maradona la semifinale a Napoli. Quella Nazionale catturò il cuore di tutti gli spettatori. Nel '94 invece arrivammo in finale ma quasi fortunosamente, venimmo ripescati. Ricordo la partita con la Nigeria, avevamo praticamente già perso, eravamo sotto di un gol e in inferiorità numerica e gli africani ci prendevano anche un po' in giro, giocavano con tunnel e colpi di tacco. Mi arrabbiai, ero molto indispettito da questo modo quasi irridente di giocare degli africani. Fortunatamente Baggio rimise la situazione sul corretto binario. Comunque, mi è dispiaciuto non poter dire campioni del mondo, ma dormo tranquillo lo stesso. Ho raccontato anni di grande calcio".


Tags: mondiali baggio telecronista

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE