Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 20 Novembre 2018
SEGUI SPORTEVAI SU

Pioli: Ancelotti mi regalò scarpini quand'ero raccattapalle

14/09/2018 15:01

Pioli: Ancelotti mi regalò scarpini quand'ero raccattapalle |  Sport e Vai

"Il fatto che non ci sia mai stato un giocatore che ha avuto da ridire su di Ancelotti fotografa il livello della persona. Ha vinto in tutti i paesi, ha carisma, personalità e idee: deve essere inserito tra i migliori a livello mondiale. Lo incontrai la prima volta quando facevo il raccattapalle e mi misi anche gli scarpini che mi donò. Era anche un grande giocatore".Le parole di Stefano Pioli nei confronti del tecnico del Napoli sono sincere ma la Fiorentina non ha intenzione di chinarsi di fronte agli azzurri e al suo allenatore: "Sia noi che loro siamo due squadre diverse dall'anno scorso. Hanno quello che insieme ad Allegri è il miglior allenatore italiano e il Napoli è sempre tra le squadre migliori del campionato, è chiaro che superare il Napoli dell'anno scorso è difficile. Ma sarà competitivo sia in campionato che in Champions, noi dobbiamo essere bravi a sfruttare gli spazi". Il San Paolo sarà semi-vuoto: "Preferiamo sempre giocare in stadi pieni, più c'è entusiasmo e più coinvolgente è. Trattasi però di una partita importante, non credo ci saranno problemi di approccio o di concentrazione da parte dei giocatori". Pioli si fida dei suoi: "E' un gruppo che sta bene insieme, che si vuole bene e che ha preso dall'anno scorso il meglio possibile. E' un gruppo che vuol dare il massimo e come ha detto Gerson: 'Dobbiamo andare a Napoli con coraggio'. Io come un maestro? Devo essere un bravo allenatore per i giocatori che ho a disposizione", so che siamo una buona squadra, è quello che vedo e che sento. Poi è chiaro che ogni partita ha difficoltà diverse, gli avversari sono forti ma siamo sempre 11 contro 11, conta l'approccio. Devi fare valutazioni su ogni partita, l'importante è l'approccio e la consapevolezza di potersela giocare". Ultima riflessione su Chiesa: "Dopo il primo spezzone con l'Italia, dove ha fatto bene, le aspettative erano troppo alte per la seconda gara. Per questo io cerco sempre di essere misurato nei giudizi. Ha grandi mezzi, ma bisogna farlo crescere con i tempi giusti. Lo vedo sereno, contento e motivato".

 


Tags: napoli ancelotti pioli

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE