Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 21 Febbraio 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Paratici fa chiarezza sul futuro di Dybala e rivela i suoi rimpianti

12/02/2019 08:13

Paratici fa chiarezza sul futuro di Dybala e rivela i suoi rimpianti |  Sport e Vai

L'orgoglio di aver portato Ronaldo alla Juve, i rimpianti su qualche cessione e la verità sul futuro di Dybala. Intervistato da Valter Veltroni sulla Gazzetta, il ds della Juve Paratici parla di tutto, partendo proprio da Dybala: "Dybala resta. I nostri giocatori sono difficilmente migliorabili. Dybala con chi è migliorabile? Messi forse, già con Neymar avrei dubbi. Quando guardi la squadra ci trovi sempre il segno di Dybala.  Di chi sono più orgoglioso per averlo preso a parte Cr7? Proprio Dybala, perché era un giocatore difficile da comprare. Veniva a sostituire Tevez, non una roba leggera". Poi si passa ad  Allegri: "Ha portato una leggerezza che nel nostro mondo serviva. Conte, essendo molto juventino, è stato perfetto per quell’epoca, aveva la juventinità – lavoro e voglia di vincere – nel suo Dna. Allegri invece ha assimilato la juventinità, ne ha presa molta. Lui è migliorato, ma allo stesso tempo ha portato a noi quella leggerezza che noi non avremmo avuto e non avevamo. Max è un uomo molto intelligente.Allegri resta? Certo". Su Ronaldo poi un chiarimento: "A livello economico Ronaldo si è ripagato da solo. Guardi i dati pubblicati dal Financial Times o quelli sulla impennata nel mondo dell’immagine Juve o, ancora, quelli sul merchandising. È stato un affare, non solo dal punto di vista tecnico". Alla domanda se c’è una cessione che vorrebbe non aver fatto, Paratici risponde così: "Affettivamente Llorente e Matri. Matri è un ragazzo educato, dolce. Llorente lo stesso. Sono il tipo di giocatore che, quando devi venderlo, nessuno vuole andare a dirglielo. Avevamo giocato una finale di Champions League, e stavamo comprando per quaranta milioni un giocatore del Palermo che aveva fatto tredici reti. Ti viene paura. Tecnicamente credo Vidal, grande talento. Pogba? Con lui lo mettevi in conto: un anno resisti, due resisti, poi dopo succede, tornerà? nel calcio non si sa mai, però è molto difficile". Infine capitolo mercato: "Tonali è un ragazzo super, ha la serietà, la personalità. Però le caratteristiche sono diverse. Credo che nessuno sia paragonabile a Pirlo. Lui è il giocatore che sa giocare meglio a calcio che io abbia mai visto. Credo che nei prossimi 35 anni non vedrò mai più uno bravo a giocare a calcio come Andrea.“.


Tags: ronaldo paratici dybala

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE