Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 30 Marzo 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Ordine ricorda: Anche al Milan aveva fatto lo stesso errore

07/09/2019 10:43

Ordine ricorda: Anche al Milan aveva fatto lo stesso errore |  Sport e Vai

Continua a far discutere la simulazione di Bonucci in nazionale nella gara con l'Armenia. Anche Franco Ordine dice la sua. La firma de il Giornale attacca e scrive tra l'altro: "L'accusa evidente, documentata dalle immagini della tv, è quella di aver simulato un intervento pericoloso, a gomiti aperti. Bonucci, ecco la magagna, è rimasto giù a terra tenendosi le mani sul volto così da convincere l'inesperto arbitro a prendere l'esagerato provvedimento....Avere, sotto la casacca azzurra, quella della Juve ha alimentato livore e veleni provenienti tutti da tifosi rivali che hanno firmato sulle bacheche dei social commenti acidissimi. Non deve farci velo la militanza bianconera che non può essere considerata una sorta di peccato originale. Non è la prima volta che Bonucci, con la fascia al braccio, si lascia divorare dal demone che ha dentro. Capitò anche col Milan in quella mischia nell'area del Genoa: fu pescato dal Var ed espulso al volo, secondo procedura. Si disse e scrisse allora, con eloquente pregiudizio: «Non ha capito che non è più protetto dalla Juve!». In Nazionale, un tale comportamento, è più grave...Non è il caso di allestire il patibolo e nemmeno di aprire un processo per direttissima. Di sicuro è l'occasione per ripetere a lui e agli azzurri di Mancini che esiste un codice etico non scritto a Coverciano da rispettare in modo rigoroso".


Tags: juventus milan bonucci

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE