Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 4 Giugno 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli: Sarri, e ora Ounas dove lo metti?

23/07/2017 13:23

Napoli: Sarri, e ora Ounas dove lo metti? |  Sport e Vai

I problemi di abbondanza in teoria sono sempre benedetti dagli allenatori ma ci sono delle eccezioni: a volte possono creare problemi e grattacapi quando in testa hai una soluzione già definita. Per ora Ounas è una risorsa importante per il Napoli ma per Sarri trovargli una destinazione che vada al di là dell'emergenza potrebbe diventare un pensiero in più. Il franco-algerino è una delle note più liete delle prime amichevoli degli azzurri, non ne ha steccata una, ha segnato tanto ed è stato decisivo anche ieri nel pari sofferto col Chievo. Entrato nella ripresa ha dato la scossa alla squadra: accelerazioni, dribbling, aperture e un gol che lo hanno di fatto promosso a pieni voti. Aveva visto giusto Giuntoli quando sin da maggio l'aveva bloccato: operazione anche low cost, se vogliamo, 10 milioni più bonus al Bordeaux per un giocatore che tra qualche mese potrebbe valerne già più del doppio. Ovvio che per aumentare la sua quotazione deve giocare. Già, ma dove? Definirlo vice-Callejon sarebbe sbagliato: è vero che Sarri lo sta già addestrando nella fase difensiva, costringendolo a un lavoro che non aveva mai fatto prima, ma Ounas non sarà mai l'alter-ego dello spagnolo. Caratteristiche diverse per quest'ala mancina dal fisco normale -170 centimetri e 70 chili-  ai quali si aggiungono tecnica di qualità e capacità nel filtrare palloni per gli inserimenti dei compagni in area di rigore. Scatti e strappi, non particolarmente esplosivo. Il dribbling è la sua dote migliore assieme alla vocazione per le geometrie verticali.  Il classe '96 non ha la reattività di Callejon né l'attitudine ad attaccare gli spazi, gioca più con la palla che senza e non gioverebbe neanche traslarlo sull'altra fascia, dove giocherebbe in maniera innaturale: allacciandosi poco col centrocampo per evitare gli inserimenti centrali. Un folletto però in fase offensiva che a qualcuno ha ricordato il primo Lavezzi e che deve essere valorizzato per le sue doti. Lui al Napoli dice di trovarsi già benissimo, ha già mangiato (e apprezzato) la pizza e si è ambientato con i nuovi compagni. Punta in alto perchè vuol vincere con il suo club: in nazionale ha scelto l'Algeria, pur avendo giocato due gare con l'under 20 di Francia: merito (o colpa) di papà Hadju (ex calciatore). Ora Ounas bussa alle porte di Sarri chiedendo più spazio. Come si comporterà il tecnico da sempre poco incline a cambiamenti tattici?

Stefano Grandi

 


Tags: napoli sarri Ounas

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE