Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 30 Ottobre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli, Reina si mette alla porta: con l'Atalanta giocherà da separato in casa

27/08/2017 10:26

Napoli, Reina si mette alla porta: con l'Atalanta giocherà da separato in casa |  Sport e Vai

Con l'Atalanta giocherà e lo farà senza alcun condizionamento. Lo ha garantito a Sarri, ai compagni di squadra, agli amici più cari, gli stessi che sono rimasti piuttosto scossi dalla sua decisione, ormai manifesta, di accettare la ricca offerta del Paris Saint-Germain. Vuole essere lasciato libero Reina, salutare il Napoli di cui fino a pochi giorni fa era simbolo e leader. Un Napoli che lo considera incedibile oggi, ma che tra qualche mese lo lascerebbe andar via comunque a costo zero. Sarà ancora re per una notte al San Paolo, Reina. Ma stavolta, da separato in casa.

TITOLARE CONTRO I NERAZZURRI

"Mister, voglio giocare". Così il portiere spagnolo ha rassicurato Sarri e lo staff tecnico azzurro in vista dell'Atalanta. Il portiere ha garantito di essere sereno, di avere la maturità sufficiente per scendere in campo senza alcun tentennamento. Non si lascerà condizionare Pepe dalla situazione, anche se vorrebbe che la stessa si risolvesse in fretta. E per l'allenatore, che lo considera imprescindibile per il suo gioco, è stato comunque una buona notizia, in vista di un incontro e di una serata che si preannunciano comunque difficili, contro un avversario che ha sempre creato grossi grattacapi. Nell'estate dei mal di pancia e dei certificati medici, Reina si dimostrerà ancora una volta un campione, onorando il suo contratto con la consueta professionalità.

SEPARATO IN CASA

Come reagirà il San Paolo alla questione Reina? Dopo i giri di campo, i balli sotto la curva, i cori intonati con gli ultras, molto probabilmente il portiere spagnolo si beccherà i primi fischi da quando è un calciatore del Napoli. Non da tutto lo stadio, ovviamente, visto che nella querelle con la società c'è anche chi dà la colpa al presidente De Laurentiis e allo stesso Giuntoli, incapaci di definire per tempo una situazione che nel frattempo è diventata spinosa. Ma stavolta sembra plausibile che non ci saranno solo ovazioni per il portiere, separato in casa ma titolare inamovibile. 

I POSSIBILI SOSTITUTI

Il Napoli ha comunque blindato Reina, a costo di tenerlo un anno intero col broncio. La corsa per prendere il possibile sostituto è troppo disseminata di ostacoli, ad appena 4 giorni dalla conclusione del mercato. I nomi sono sempre gli stessi: Rulli (clausola rescissoria da 40 milioni), Rui Patricio (clausola da 45 milioni), Perin (incedibile per il Genoa e comunque valutato oltre 30 milioni), Leno (che il Bayer Leverkusen non intende vendere) e Karnezis, bloccato dal club azzurro fino a martedì in attesa di possibili sviluppi. Molto dipenderà da cosa succederà stasera al San Paolo. Reina ci sarà, alla porta e da separato in casa. E ci sarà anche De Laurentiis. Rottura definitiva oppure scoppio improvviso della pace?

Rino Dazzo


Tags: napoli atalanta pepe reina

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE