Serie A
25a Giornata

Sampdoria Sampdoria 1

Cagliari Cagliari 1

Atalanta Atalanta 1

Crotone Crotone 0

Milan Milan 2

Fiorentina Fiorentina 1

Pescara Pescara 5

Genoa Genoa 0

Bologna Bologna 0

Inter Inter 1

Empoli Empoli 1

Lazio Lazio 2

Chievo Chievo 1

Napoli Napoli 3

Juventus Juventus 4

Palermo Palermo 1

Udinese Udinese 1

Sassuolo Sassuolo 2

Roma Roma 4

Torino Torino 1

Serie B
26a Giornata

Vicenza Vicenza 1

Ascoli Ascoli 1

Cittadella Cittadella 1

Avellino Avellino 3

Pro Vercelli Pro Vercelli 0

Benevento Benevento 1

Carpi Carpi 2

Brescia Brescia 1

Salernitana Salernitana 1

Cesena Cesena 1

Pisa Pisa 0

Frosinone Frosinone 0

Latina Latina 0

Novara Novara 1

Verona Verona

Spal Spal

Bari Bari 3

Ternana Ternana 1

Spezia Spezia 2

Trapani Trapani 2

Perugia Perugia 0

Virtus Entella Virtus Entella 0

 Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 19 Febbraio 2017
SEGUI SPORTEVAI SU

Mondiali a 48 squadre, Infantino: Calcio non è esclusiva Europa e Sudamerica

10/01/2017 17:12

Mondiali a 48 squadre, Infantino: Calcio non è esclusiva Europa e Sudamerica |  Sport e Vai

Se già in passato l'allargamento planetario voluto da Blatter aveva fatto storcere il naso a molte nazioni in Europa, è scontato che la rivoluzione voluta dal suo erede sulla poltrona di presidente della Fifa sia destinata a far discutere. Portare i Mondiali a 48 squadre è stata una vittoria personale di Infantino che spiega le ragioni della validità dell'idea: “Sono felice perché è una decisione presa all'unanimità. Il Mondiale sarà a 48 squadre, con 16 gironi da tre: passeranno le prime due di ogni gruppo. Poi ci saranno i sedicesimi. Durerà 32 giorni, come adesso e si svolgerà in 12 stadi. Chi vincerà alla fine avrà giocato 7 partite, proprio come col format attuale. Per tante nazioni sarà una grandissima occasione. Ci saranno 16 squadre in più, magari per qualcuna sarà la prima volta. La decisione è stata unanime, sarà un Mondiale più moderno e partecipato, in tanti potranno realizzare i propri sogni. Il Mondiale si disputerà in 32 giorni, come nel format attuale. Siamo stati attenti a non aggiungere date o partite, anche per non pesare su club e giocatori. Chi vincerà il Mondiale, alla fine avrà giocato 7 partite, proprio come oggi. Ci saranno 48 squadre, suddivise in 16 gironi da tre. Passeranno le prime due, che andranno ai sedicesimi: lì si incroceranno le prime con le seconde". Sul banco si studiano i metodi per stabilire il passaggio del turno, come eventualmente i rigori dopo i pareggi: "È troppo presto ora per decidere, sono cose che verranno studiate negli anni a ridosso del Mondiale 2026. Per adesso abbiamo già tante regole sul passaggio del turno, come la differenza reti. Ma anche il ranking, che è un valore obiettivo". Dalla Germania sono piovute le prime critiche, Infantino spiega: "Con qualsiasi format la Germania ci sarà sempre ai Mondiali. Per le altre invece, è una grande occasione. Con i club c'è dialogo e un canale aperto: sappiamo che ci sono delle criticità, ma non abbiamo stravolto il calendario e il Mondiale durerà come adesso. Siamo entrati nel 21esimo secolo. Il calcio non è più una questione che riguarda solo Europa e Sud-America. Il livello generale è molto cresciuto. Sono certo che la decisione odierna è molto positiva per il nostro mondo".


Tags: mondiali fifa infantino

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE