Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 23 Febbraio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Milan, Allegri: So che non rimarrò qui a vita

22/11/2013 14:10

Milan, Allegri: So che non rimarrò qui a vita |  Sport e Vai

Nel tourbillon di grandi cambiamenti che sta attraversando il Milan, con il passaggio di consegne tra Galliani e Barbara Berlusconi all’orizzinte, Massimiliano Allegri sa di non poter svolgere il ruolo di Highlander. Il tecnico rossonero sa bene che anche il suo tempo sta per finire ma se ne fa una ragione. Parlando alla vigilia della sfida con il Genoa dice: “Io vivo questo momento serenamente, io e la squadra dobbiamo solo pensare a fare risultati positivi. Le sento da 4 anni le voci sulla mia panchina. So di non poter rimanere qui a vita, nella vita ci sono dei cicli che iniziano e finiscono. Gli allenatori non sono eterni. In Italia ci sono tanti bravi allenatori che stanno crescendo. Inzaghi sta facendo bene con la Primavera, Seedorf sta giocando ancora. La gavetta è fondamentale? Mancini non l'ha fatta ed è diventato un grande allenatore. Io sono contento di quello che ho fatto nella mia carriera e del mio percorso”. La gara con il Genoa deve coincidere con una rinascita ed Allegri lo sa: "In questo momento guardare le altre squadre non serve a nulla, abbiamo solo 13 punti e sono pochi. Abbiamo tempo per rimediare, ma in Italia tutte le partite sono difficili, soprattutto per noi in questo periodo. Abbiamo un mese importante primo di Natale, che deciderà la stagione del Milan in campionato e Champions. La contestazione dei tifosi? Non bisogna avere queste paure. I tifosi ci sono sempre stati vicino, domani dovremo essere noi a trascinarli. Se poi giochiamo male è giusto che ci fischino, da parte del gioco".

IL RUOLO DI KAKA’. Altro argomento di stretta attualità è la posizione in campo di Kakà. Il brasiliano è stato provato come play davanti alla difesa ma Allegri spiega: "A Berna ha giocato davanti alla difesa perchè avevo bisogno di qualità in quella zona e Cristante in questo momento fa fatica a giocare in quella zona di campo. Può giocare davanti alla difesa, ha la qualità ma lui è un trequartista e se starà bene giocherà dietro le punte,  anche perchè davanti alla difesa ci sono Montolivo e De Jong”. Il tecnico milanista parla anche di Balotelli: "Al Milan si sente sotto pressione tutti i giorni, in Nazionale invece meno comunque lo vedo sereno. Ha fatto bene in Nazionale. Matri e Balotelli hanno fatto una buona partita contro il Napoli, possono giocare insieme. Hanno qualità diverse e complementari". L’ultimo pensiero è per la terra dove è esploso da allenatore, ovvero la Sardegna: "Innanzitutto vorrei esprimere la mia solidarietà alla Sardegna e alla popolazione sarda, dove ho giocato e allenato. Sono convinto che i sardi sapranno rialzarsi e a ritornare a vivere una vita normale, anche se in questo momento non è facile".

Stefano Grandi

 


Tags: milan GALLIANI allegri kakà balotelli berlusconi

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE