Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 15 Gennaio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Mancini: Mai contatti con Juve o altri club

30/08/2020 14:04

Mancini: Mai contatti con Juve o altri club |  Sport e Vai

Nega di essere stato chiamato da qualche società  e si era parlato invece a lungo della Juve per l'eredità di Sarri (" Non ho avuto contatti con nessuno, sulla panchina della Nazionale sto portando avanti un lavoro. Oggi riparto ancora più carico, voglio vedere la mia Nazionale giocare bene e arrivare in finale di Nations League, anche per il ranking"), smonta le polemiche sul caso Lippi ("Il presidente ha spiegato tutto su Lippi, io non ne ero al corrente, so quello che sapete vo.  Non avevo bisogno di alcuna rassicurazione o spiegazione ma si riparte carichi, non giocando da tanti mesi c'è voglia di riprendere. Abbiamo la Nations League e le qualificazioni, sono partite importanti") e confida che presto gli stadi possano aprirsi ("Il calcio ha bisogno del pubblico, come tutti gli sport, oltre ad essere importante per le entrate dei club c'è la gente che si deve divertire"). Roberto Mancini torna a parlare nel primo giorno del raduno dell'Italia a Coverciano e spiega il perché delle convocazioni allargate: "Non conosciamo le condizioni di tutti i ragazzi e poi per vedere qualcuno per le partite di ottobre-novembre e valutare qualche debutto. Sono rimasti a casa anche alcuni infortunati".

Resta incertezza su Jorginho e Tonali

Tutti i presenti sono negativi al Covid, ci sono due asterischi su Jorginho (che deve rispettare la quarantena del Chelsea ma siccome non è positivo potrebbe raggiungere la squadra dopo il 31) e su Tonali che deve fare un doppio tampone negativo prima di poter eventualmente aggregarsi: "Non l'ho ancora depennato. Certo non tutti sono allo stesso livello, c'è chi come i giocatori dell'Inter hanno finito di giocare da poco e altri che si sono fermati da tempo. Dovremo tener conto dei test fisici ma un giocatore bravo anche se non è al top la sua parte la farà sempre, magari non per 90'. Vediamo come va la prima partita con la Bosnia poi valuteremo su quella di Amsterdam".

Per Mancini la Nazionale ha un suo stile

Dieci mesi dopo il 9-1 alla Bosnia torna una Nazionale che sembra assai diversa: manca tutto il centrocampo, i difensori vengono da esperienze diverse rispetto al modulo applicato da Mancini: "Per me sono stati 10 mesi difficili senza vedere i ragazzi ma questa squadra ha una sua base e un suo stile di gioco, che possiamo anche variare. Qui ci manca Verratti che è molto importante come Jorginho che dobbiamo valutare, dobbiamo fare meno danni possibili. In attacco abbiamo molta scelta ma abbiamo delle gerarchie, ci sono giocatori che sono qui da due anni e meritano la precedenza, ripartiamo tutti dal nostro grande entusiasmo".


Tags: lippi mancini Jorginho

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE