Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 13 Novembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Lega Pro, IL COMMENTO: una sconfitta avere solo 56 squadre

05/08/2017 17:44

Lega Pro, IL COMMENTO: una sconfitta avere solo 56 squadre |  Sport e Vai

LEGA PRO - Il miracolo al presidente Gabriele Gravina è riuscito soltanto una volta: il format a 60 squadre, realizzato nello scorso campionato, è già perdente. Ha perso valore, non è stato replicabile, si torna a 56, con l'incongruenza dell'avere un girone da 20 (A) e due da 18 (B). Non era facile con cinque squadre non iscritte garantire altrettanti ripescaggi, non s'è creata quell'onda anomala di piazze importanti provenienti dal campionato di Serie D, come ci fu un anno fa. Da precisare poi, che due delle cinque non iscritte, venivano dalla Serie B: non è la sconfitta di Gravina, ma della Serie C.

Con l'associazione italiana allenatori che ha dato il colpo di grazia. L'AIC protesta, ma la Lega nel mezzo ha bruciato un milione e duecento mila euro di fondo perduto non incassato. In un momento nel quale sarebbero serviti, con i proventi dei diritti tv sempre più magri. Perché non riaprire i termini dei ripescaggi anche a quelle società che non hanno disputato i play-off nella scorsa stagione? Se la volonta reale è quella di creare un format stabile, questa è la strada sbagliata, in toto. Si andrà a cinque retrocessioni, cambierà il fattore competitivo del campionato, e si giocherà di meno, con meno squadre. Il tutto a fronte di una mancata solidità economica futura, perché è lampante che la strada per rendere più solido un campionato in crisi come quello di Serie C non sia questa. Anzi.

A cura di Giuseppe Andriani


Tags: Lega Pro serie c calcio lega pro

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE