Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 20 Ottobre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Il Napoli come 'Braccialetti rossi': c'è il leader, l'imprescindibile e il furbo

20/02/2017 13:01

Il Napoli come 'Braccialetti rossi': c'è il leader, l'imprescindibile e il furbo |  Sport e Vai

NAPOLI BRACCIALETTI ROSSI

Chiamateli braccialetti azzurri. Nel Napoli che è tornato a vincere e divertire dopo il blackout di Madrid si è visto il remake di un film che sta appassionando i tifosi e che richiama la fortunata fiction Braccialetti Rossi. Nel serial ambientato in ospedale i vari protagonisti avevano un soprannome, c'era il leader, l'imprescindibile, il furbo, il viceleader e il bello. Ed anche in questo Napoli sono rappresentati tutti questi ruoli. Il leader, anche senza fascia di capitano, è e resta Pepe Reina. Il portiere non ci mette solo le mani ma anche la faccia. In campo come negli spogliatoi, davanti alle telecamere come sui social quando c'è da mandare messaggi al mondo esterno. Il vero capitano è lui, lo spagnolo napoletanizzato. Il leader.

NAPOLI BRACCIALETTI ROSSI CALLEJON –Poi c'è l'imprescindibile e questo è il compito di Josè Callejon. Esiste un Napoli con lui (sempre o quasi salvo squalifiche) e un Napoli senza di lui. E la differenza si vede. I suoi inserimenti da dietro, la sua mobilità su quella fascia destra arata senza sosta ne fanno l'intoccabile di Sarri che lo farebbe giocare anche zoppo. Josè Maria di nome, imprescindibile di soprannome. Il ruolo di vice-leader se lo sta guadagnando invece Insigne. Era partito col freno a mano Lorenzinho, soffriva senza gol, s'innervosiva per le giocate che non gli riuscivano. Ora gli entra tutto. Il golazo al Bernabeu e il tanto amato tiro a giro "alla Del Piero" come col Chievo. Trascina sè e gli altri. Vice-leader ad honorem. Il furbo è Mertens, che non a caso a Napoli chiamano Ciro anzichè Dries. Lo scugnizzo belga è il quid di fantasia: poco pervenuto a Madrid, in panchina col Chievo, è pronto a riprendersi gol e riflettori in vista delle partite più delicate. Quelle che valgono la stagione.

NAPOLI BRACCIALETTI ROSSI HAMSIK –Il bello chi è? Potrebbe essere Hamsik o Albiol ma in realtà è il Napoli tutto che quando vuole diventa l'emblema della Grande Bellezza: unico rischio, specchiarsi troppo come Narciso quando ci sono circostanze che richiederebbero altri atteggiamenti. Napoli aspetta di vedere come va a finire questa storia, chiede l'happy end. Ci sarà?

Stefano Grandi


Tags: napoli Reina leader callejon

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE