Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 15 Ottobre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Gattuso: Non so se sarò ancora qui l'anno prossimo

08/03/2019 13:30

Gattuso: Non so se sarò ancora qui l'anno prossimo |  Sport e Vai

La parola turnover gli è sempre piaciuta poco. Rino Gattuso ha utilizzato quasi sempre gli stessi, salvo essere costretto a cambiare per i tanti infortuni stagionali, ma domani col Chievo qualcosa la cambierà. Quasi costretto:  "Se cambieremo qualcosa è perchè se giochi tante partite in cui devi rincorrere spendi molto. Se qualcuno deve recuperare è perchè ne ha bisogno. Ho tanti giocatori a disposizione, tutti possono giocare dal primo minuto. Ci sta che chi non gioca abbia il muso, ma bisogna avere il rispetto dei compagni che scendono in campo e dare sempre il massimo. Sono felice delle parole di ieri di Conti. Sappiamo cos'ha passato, ma sappiamo bene anche il suo valore. Oltre a lui ci sono tanti che non stanno giocando tanto, ma tutti devono rispettare le scelte. Le scelte non le faccio per simpatia o antipatia. Dobbiamo continuare su questa strada". Si gioca col Chievo e Ringhio tema che possa esserci un rilassamento: "Se abbiamo una testa che funziona bene, domani dobbiamo capire che abbiamo tutto da perdere. Dobbiamo stare molto attenti. Lasciamo stare il derby che è una partita che si prepara domani. E' una partita molto difficile, dobbiamo vincerla, siamo consapevoli di dover vincere. Non sarà facile. Il Chievo gioca un calcio che ti mette in difficoltà, domani dovremo stare attenti. Servirà un grande Milan, non possiamo assolutamente sbagliare". Poi si sofferma sulla manovra in attacco che non produce molti gol: "Quando analizziamo le partite, vediamo che Piatek attacca sempre la profondità e per non farlo correre a vuoto lo cerchiamo spesso. Ok valorizzarlo, ma non sempre. Se lui attacca la profondità, vuole dire che allunga gli avversari e quindi c'è più spazio per giocare palla a terra". Chi proprio però sembra avere problemi è Suso: "Non credo che stia facendo fatica a livello fisico. Dovete essere obiettivi, io ne ho visti pochi di giocatori che fanno 50 partite all'anno al massimo. A livello fisico sta bene, ha saltato qualche allenamento, ma per noi è importantissimo. A livello tecnico è quello che che ci può far fare il salto di qualità". C'è spazio per un parere sul suo futuro: " Se perdo una partita anch'io sono in bilico. Io non penso al mio futuro, la cosa più importante è il futuro del Milan. L'anno prossimo potrei trovarmi ovunque, io adesso devo pensare solo al presente". Infine uno sguardo forzato ai cugini: "Ma secondo voi io oggi penso ai problemi degl altri? Io devo pensare solo a casa mia, ho tanti giocatori a disposizione, devo fare delle scelte, devo tenere l'ambiente tranquillo. La cosa di Icardi per me ha rafforzato l'Inter, ma io devo pensare solo a quello che succede a casa nostra".


Tags: milan chievo gattuso

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE