Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 16 Gennaio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Elliott attaccato da Ordine: Permaloso, non si fa così

16/07/2020 08:04

Elliott attaccato da Ordine: Permaloso, non si fa così |  Sport e Vai

Elliott entra nel mirino di Franco Ordine. La firma de Il Giornale, nel suo editoriale per Milannews, parte dal rinnovo del trentenne Kjaer per sottolineare gli errori di Elliott nel Milan. Questi i passaggi principali: "non può essere Kjaer la dimostrazione che Elliott non chiude il portone di Milanello ai calciatori maturi ed esperti. Prima di liquidare il Parma, Massara, il ds, dice di Ibrahimovic: “Ce lo godiamo fino all’ultimo giorno”. Ecco l’altro punto, allora. Le voci provenienti da Londra raccontano della famiglia Singer infastidita dall’intervista rilasciata dallo svedese. Signori miei, nel calcio, come nel business, non è permesso essere permalosi. Ibra è così, con i suoi difetti e i suoi tanti pregi di cui sta godendo il Milan attuale. Magari esagera quando sostiene che se fosse arrivato a settembre invece che a gennaio il Milan avrebbe vinto lo scudetto. Ma i miglioramenti ottenuti da tutti, allenatore compreso che ha in campo un assistente di primo piano, sono sotto gli occhi di tutti".

Elliott non può amministrare il Milan così

Elliott insomma sbaglierebbe. "E sarebbe davvero un errore clamoroso rinunciare solo perché ha risposto piccato a Gazidis e ha firmato un’intervista sgradita alla proprietà. Non è così che si amministra una società, specie poi una come il Milan".

Elliott e i troppi poteri a Rangnick

Elliott sarebbe stato superficiale anche nel ruolo affidato a Ralf Rangnick: "D’accordo: sarà il responsabile unico di mercato, Milanello, e persino dello staff sanitario, insomma sarà il padrone del Milan prossimo. Al netto del valore di questo signore di 61 anni, c’è da dire che la sola attività di allenatore, nel calcio italiano, prevede impegni 24 ore su 24, perché sono tantissimi i lavori da svolgere, gli allenamenti da preparare, le partite da vedere, i rivali da studiare. Forse in Germania è andata così, dalle nostre parti non c’è una figura del genere. E se non c’è una figura del genere, vuol dire che non funziona. Azionista avvisato mezzo salvato".


Tags: milan elliott ralf rangnick

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE