Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 2 Luglio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Di Francesco: Anche il Milan poteva stare nella nostra situazione

02/02/2019 14:24

Di Francesco: Anche il Milan poteva stare nella nostra situazione |  Sport e Vai

"Tre partite il Milan fa poteva essere nella nostra stessa situazione, una settimana spesso fa cambiare tutto, i giudizi, i momenti. Ha fatto due ottime prestazioni, giocando una partita difensiva, non sarà una partita facile". Eusebio Di Francesco sta vivendo il momento più difficile da quando siede sulla panchina della Roma ma a dimettersi non ci pensa, dopo il 7-1 rimediato contro la Fiorentina in coppa Italia: "Questo è un ambiente pessimistico orientato, alla fine sono i risultati e le prestazioni che determinano questo, o parlate coi giocatori o si possono fare tanti discorsi e chiacchiere che lasciano il tempo che trovano. È giusto che le facciate. Però le chiacchiere stanno a zero. Fatti, fatti e fatti. Li dobbiamo fare noi, in primis io, che sono responsabile. Mi sento un po' papà, che in certi momenti non ha dato i consigli giusti, in altri sì. Dobbiamo ritrovare questa unità di intenti e nelle difficoltà non dobbiamo disunirci. C'è un libro che dice che nella comunicazione serve lealtà, qua dentro è difficile, nello spogliatoio è la cosa più importante. È un discorso di unità di intenti, che va riportato in campo. I principali responsabili siamo noi, dobbiamo essere noi a rimediare a questo momento difficile".  Sul nervosismo di Dzeko Di Francesco spiega: "Credo che sia stata la parte più brutta di una sconfitta dolorosa, ma Edin ha chiesto scusa a tutta la squadra. Al di là di quello che si può dire, uno che guadagna tanto eccetera, siamo uomini, ha avuto un atteggiamento sbagliato e non deve più succedere. Nelle difficoltà dobbiamo essere più uniti. Squadra agonizzante? Ho detto che non era guarita, è diverso. Le risposte erano state positive, ma cadevamo in alcuni momenti della partita, in cui mancava continuità. Non per forza si deve morire, ci si può anche salvare e tornare ad essere vitali. Capisco la depressione, ma nella vita esiste questo, la forza sta nel ribaltare. In questo momento siamo incudine, subire, star zitti e tornare a essere martello". Ultimo pensiero su De Rossi: "Mi auguro che possa dare una prestazione dal punto di vista della presenza, della capacità di stare in campo, di essere il mister dentro una partita. Il dubbio è fisico, perché non ha mai giocato. De Rossi resta un punto interrogativo, ma si è allenato con costanza e ha dato risposte positive anche quando calciava. Ora riesce a fare tutto senza avere dolore".

 


Tags: milan dzeko di francesco

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE