Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 6 Giugno 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Chirico spiega i motivi del ritardo dell'annuncio su Sarri

16/06/2019 14:34

Chirico spiega i motivi del ritardo dell'annuncio su Sarri |  Sport e Vai

Domani si fa credito, scrivevano una volta i commercianti che, alla legittima richiesta dei clienti di poter posticipare i pagamenti, ripetevano ogni giorno: "Domani, non oggi". L'annuncio di Sarri come tecnico della Juventus sembra tanto simile a quegli annunci. Domani firma, ma domani non arriva mai. Il perchè prova a spiegarlo Marcello Chirico. Il giornalista su Il Bianconero rivela i motivi del ritardo. Questi i punti salienti in cui paragona i "tantissimi irriducibili guardiolisti & anti-sarriani del web, molto simili agli ultimi giapponesi di fine seconda guerra mondiale: era tutto finito, ma loro rifiutavano di arrendersi":  "Maurizio Sarri viene tenuto in stand-by semplicemente per una questione di money.  Il Chelsea vuole solo soldi, Sarri stesso vuole soldi, il Derby County – terzo incomodo in tutta questa trattativa – vuole soldi.  Prima di far scattare la luce verde e liberare il proprio attuale allenatore, il Chelsea desidera incassare dalla Juve la somma pattuita per l’indennizzo (3.5 milioni, se non 4), così da rientrare almeno in parte della cifra spesa lo scorso anno per portarlo via a De Laurentiis (8 milioni) e girarla poi al Derby, che a sua volta di milioni ne chiede almeno 3 per lasciar partire un ex Blues, Franky Lampard. 

Sarri stesso, prima di caricare i bagagli sul volo per Torino Caselle, sta trattando con Abramovich il quantum che gli spetterebbe per questi 15 giorni di giugno...Al Milan sta succedendo la stessa cosa con Giampaolo, il quale, a differenza di Sarri, ha già ottenuto il via libera dalla Sampdoria, eppure non viene ugualmente annunciato, e il Milan non è manco quotato in Borsa. Mi permetto però di escludere la messa in atto di un Piano C da parte della Juventus in caso di mancata chiusura con Sarri, con virata su nomi tipo Pirlo, Carrera o Mihajlovic: dovesse verificarsi un imprevisto del genere, dopo un incontro dopo l’altro con Ramadani e voli continui di Paratici e Nedved a Londra per sbloccare l’empasse con l’ex Napoli, penso assisteremmo ad un terremoto dirigenziale. Non penso infatti che Andrea perdonerebbe una simile figuraccia ai propri diretti collaboratori.  Ma, statene certi, non accadrà".


Tags: chelsea sarri Calciomercato Juventus

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE