Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 16 Dicembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Cesena-Lazio 2-1, vince l'orgoglio romagnolo

01/02/2015 16:56

Cesena-Lazio 2-1, vince l'orgoglio romagnolo |  Sport e Vai

CESENA – Vittoria d’orgoglio del Cesena che torna in corsa nella lotta per la salvezza e affossa una Lazio incerottata e priva d’idee. Succede tutto nella ripresa con il francese Defrel che apre i giochi e un autogol del laziale Cataldi che li chiude, rendendo vano il gol della bandiera di Klose. Nella sagra degli errori che sintetizza il primo tempo - in cui comunque si è visto quasi solo il Cesena - non si salva quasi nessuno. Né i biancocelesti, provati dalle tante assenze (gli squalificati Biglia e Radu e gli infortunati Felipe Anderson, Djordjevic, Lulic e Ciani), né i padroni di casa – troppo imprecisi sotto porta – né l’arbitro che al 26’ dice no per due volte a un possibile rigore per i cesenati, non vedendo un fallo di Cana su Defrel e prima ancora un mani dello stesso laziale su tiro di Giorgi. Nella Lazio solo Candreva prova a ragionare e a rendersi pericoloso, nel Cesena troppo sciupone Djuric e all’intervallo si arriva senza reti ma nella ripresa i romagnoli ritrovano brillantezza e concretezza. Le prime avvisaglie al 14’ quando Brienza su punizione colpisce in pieno il palo, poi un minuto dopo il gol. Una prodezza di Defrel, tra i migliori dei suoi, che da trenta metri di sinistro manda sotto l’incrocio dei pali. La reazione della Lazio non arriva e il Cesena ne approfitta per chiudere i giochi. Ancora una grande giocata di Defrel, che si libera di Basta e mette dentro, dove Cataldi goffamente spinge il pallone nella sua porta per anticipare il neo-entrato Rodriguez. Il gol di Klose a 3’ dalla fine (contestato dai locali, con tanto di espulsione di Di Carlo) acuisce solo i rimpianti biancocelesti: finisce 2-1 per il Cesena nonostante il tardivo assalto finale della Lazio.

CESENA (4-3-1-2): Leali; Perico, Capelli, Krajnc, Renzetti; Giorgi (Cazzola dal 37’ st), De Feudis, Pulzetti (Cascione dal 41’ st); Brienza; Djuric (Rodriguez dal 25’ st), Defrel. A disp. Agliardi, Bressan, Nica, Volta, Lucchini, Magnusson, Carbonero, Zé Eduardo, Moncini. All. Di Carlo.

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, Mauricio, Cana, Pereirinha (Cavanda dal 20’ st); Parolo, Ledesma (Keita dal 14’ st), Cataldi; Candreva, Klose, Mauri (Perea dal 36’ st).  A disp. Berisha, Strakosha, Konko, Novaretti, Ederson, Onazi, Oikonomidis. All. Pioli. 

Arbitro: Peruzzo di Schio

Marcatori: Defrel (Ce) al 15’, autogol Cataldi (Ce) 31’, Klose (L) al 42’ st

Note: Ammoniti Parolo (L), Mauricio (L), Marchetti (L), Capelli (Ce), espulso il tecnico cesenate Di Carlo al 45’ st.

 


Tags: lazio Cesena di carlo klose parolo Cataldi djordjevic Defrel rodrguez

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE