Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 13 Novembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Brasile, dirigente Cruzeiro contro arbitro donna: "Vada su playboy!"

13/05/2014 09:50

Brasile, dirigente Cruzeiro contro arbitro donna: "Vada su playboy!" |  Sport e Vai
fernanda-colombo-cover Difficile per una donna, ancor peggio se molto bella, far parte del mondo del calcio senza che ne venga apostrofata la sua avvenenza. Chiedere a Fernanda Colombo, 23 anni, arbitro e guardalinee all'esordio nella massima serie brasiliana che si è vista dire in faccia da Alexandre Mattos, dirigente del Cruzeiro: "Lasci stare il calcio, non fa per lei. Piuttosto vada a Playboy". Bionda, corpo da pin up, misure mozzafiato ma indosso la divisa da direttore di gara. Fernanda è recentemente diventata guardalinee in Brasile, nella Serie A. Un riconoscimento importante per una donna ma che deve ovviamente scontrarsi con un ambiente ancora molto maschilista. Designata nella gara che ha visto il successo per 3-0 del San Paolo contro il CRB, Fernanda si è conquistata diverse inquadrature ed è finito suo malgrado su diverse copertine. Poi è stata designata per Mineiro-Cruzeiro e qui la contestazione dopo il ko 2-1 degli ospiti: "Era un'azione regolare, non doveva sbandierare: la guardalinee alzava la bandierina a comando, quando i tifosi le urlavano contro, per la paura e perché non ancora pronta". L'associazione arbitri brasiliana l'ha difesa sottolineando che Fernanda è aspirante arbitro FIFA, insomma un bel vedere per il futuro sui campi di calcio.

Tags: arbitro cruzeiro guardalinee PLAYBOY servizio fernanda colombo maschilista Calcio in Brasile

PhotoGallery

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE