Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 25 Giugno 2018
SEGUI SPORTEVAI SU

Allegri: Ecco perchè ho detto no al Real Madrid

13/06/2018 17:05

Allegri: Ecco perchè ho detto no al Real Madrid |  Sport e Vai

Avesse fatto una scelta diversa, sicuramente Lopetegui sarebbe ancora il ct della Spagna e si sarebbe evitato il terremoto in seno alla Roja a due giorni dal Mondiale. Ma quando Florentino Perez ha bussato alla porta di Allegri per chiedergli di sostituire Zidane ha avuto in risposta un no inatteso. Lo rivela a Sky lo stesso tecnico della Juve: "Diciamo che ho detto sì alla Juve. Perché era una decisione che avevo preso, poi nella vita possono succedere altre cose però direi che ho preso la decisione di rimanere alla Juventus rispettando quello che avevo detto senza andare a prendere in considerazione altre cose anche se devo ringraziare il presidente del Real Madrid che mi aveva dato la possibilità di poter andare. Ho detto no al Real, vero, l'ho fatto in una telefonata con Florentino Perez perché avevo dato la mia parola al presidente Agnelli. Ho ringraziato Florentino per l'offerta e gli ho detto che non potevo accettarla proprio per questa ragione, per il rispetto che dovevo alla Juventus” ". Allegri torna anche sullo scudetto vinto dopo qualche batticuore: “Sono stati bravi i ragazzi, dopo la partita contro il Napoli che abbiamo perso in casa, ad avere quella redazione e ad arrivare in fondo nel migliore dei modi, soprattutto a livello psicologico a tenere la bada la pressione e a giocare una partita importante subito dopo a Milano con l'Inter". Capitolo futuro. "Higuain resta? “Spero di sì ma prima di saperlo definitivamente bisogna aspettare il Mondiale. La Juve è una società forte, che accontenta sempre quelli che vogliono andare via. Far rimanere giocatori contro la loro voglia è sempre negativo. Vediamo cosa succederà dopo la Coppa del Mondo". Meno vago su Dybala: "Non so se sarà l'anno di Dybala - ha detto Allegri -. Ha fatto molto da quando è arrivato a Torino, quest'anno ha avuto un periodo di transizione dove forse ha pagato un po' troppo il paragone con Messi. Lui deve solo pensare a fare quello che sa, senza cercare similitudini col più forte giocatore del mondo". Infine il sogno Champions: "La Juve è al momento una delle squadre più forti al mondo. Bisogna migliorare quello che abbiamo iniziato a fare 4 anni fa e sono contento di farlo con questo gruppo di dirigenti. Agnelli è molto ambizioso. Negli ultimi 4 anni siamo stati gli unici ad eliminare il Real Madrid. Per vincere le finali ci vuole anche un po’ di fortuna. Magari sarà la volta buona quest’anno…


Tags: juventus real madrid allegri

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE