Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 26 Novembre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Nba: Riscatto Miami, Spurs da record

17/03/2014 09:21

Nba: Riscatto Miami, Spurs da record |  Sport e Vai

 

Sembrava dovesse profilarsi un’altra disfatta per gli Heat che a 4’26” dalla sirena stavano perdendo per 102-98 in casa contro i Rockets ma un parziale di 15-0 ha salvato Miami dalla terza sconfitta consecutiva tra le mura amiche. Lebron James ha fatto la sua parte con 24 punti ma l’uomo decisivo è stato Ray Allen con 25 punti, di cui 14 nell’ultimo quarto. A niente sono serviti ad Houston i 30 punti di Harden e i 21 punti con 14 rimbalzi di Howard. Bel successo degli Spurs che hanno liquidato i Jazz per 122-104 allungando a 10 la striscia di vittorie consecutive. Il bilancio globale è di 50 vittorie e 16 ko e per Sant’Antonio è il 15esimo anno di fila che arrivano almeno 50 vittorie stagionali (16 volte negli ultimi 17 anni). Mvp Ginobili con 21 punti, seguito da Parker (18). Vittoria sofferta ma meritata dei Timberwolves che hanno superato i Kings per 104-102 grazie alla prova super di Kevin Love, al 54esimo double-double della stagione (26 punti e 10 rimbalzi). Per Minnesota è il successo n.33 in stagione, l’ultima volta che aveva toccato questa cifra era stato nel 2006. Per i Timberwolves ottime anche le prove di Martin (31) e Rubio (12) mentre per Sacramento bene Thomas (27) e Williams (26). Crollo di Oklakoma City battuto in casa dai Mavericks per 109-86. Privi di Westbrook i Thunder ai Thunder non sono stati sufficienti i 30 punti di Durant e i 19 di Ibaka. Per Dallas l’uomo del match è stato Calderon con 16 punti, 7 assist e 5 rimbalzi. Bene anche il solito Nowitzki (17). Successo all’overtime per i Pelicans sui Celtics per 121-120 grazie alla performance di Anthony Davis che ha giocato la miglior partita della carriera, probabilmente. Con 40 punti e 21 rimbalzi è diventato il giocatore più giovane (21 anni e 5 giorni) a raggiungere questa cifra dai tempi di Shaquille O’Neal del ’93. Per i Celtics è la quarta sconfitta di fila, vana la prova di Green (39 punti). Nel supplementare decisivi i tiri liberi di Gordon, che ha realizzato 19 punti in tutto. Rimonta d’orgoglio dei Warriors che hanno recuperato 18 punti ai Blazers nel finale e si sono imposti per 113-112. Curry e Thompson hanno realizzato in due 51 punti nella seconda metà del match con Thompson autore anche del tiro da 3 decisivo a 11” dalla fine. Dopo Batum, il migliore dei suoi, ha sbagliato il libero che avrebbe potuto dare la parità: ha preso il rimbalzo ma i Blazers non sono riusciti a segnare il canestro della vittoria negli ultimi secondi. Raptors sconfitti in casa da Phoenix (113-121) con Gerald Green che ha segnato 13 dei suoi 28 punti nell’ultimo quarto. Bene anche Dragic (19) e Morris (16 punti e 14 rimbalzi). Quarta vittoria di fila per i Bobcats che hanno vinto in trasferta con i Bucks per 101-92 grazie alle prove di Walker (21 punti) e Jefferson (20 di cui 16 nella seconda metà dell’incontro). Per Milwaukee è tornato a giocare Gary Neal (18 punti). Infine successo dei Clippers sui Cavs per 102-80. Questi i risultati:

 

Toronto Raptors - Phoenix Suns : 113-121

Milwaukee Bucks - Charlotte Bobcats : 92-101

 

Miami Heat - Houston Rockets : 113-104

 

New Orleans Pelicans - Boston Celtics : 121-120 ap

 

Minnesota Timberwolves - Sacramento Kings : 104-102

 

San Antonio Spurs - Utah Jazz : 122-104

 

Oklahoma City Thunder - Dallas Mavericks : 86-109

 

Portland Trail Blazers - Golden State Warriors : 112-113

 

Los Angeles Clippers - Cleveland Cavaliers : 102-80

 

Stefano Grandi

 

 

 


Tags: celtics lebron james thunder cavs suns heat green durant love batum NBA

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE