Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 11 Luglio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Mondiali di volley: il trionfo della Polonia apre una nuova era

22/09/2014 09:30

Mondiali di volley: il trionfo della Polonia apre una nuova era |  Sport e Vai
polonia volley

La Polonia sul tetto del mondo nella pallavolo maschile. Era un'ipotesi alla vigilia dei Mondiali di Volley, è diventata una realtà. Non è mai facile vincere una manifestazione, specialmente iridata, in casa, il Brasile ai Mondiali di calcio lo ha dimostrato. Ma i polacchi forti di una squadra oramai matura per la vittoria, ci sono riuscito sovvertendo tutti i pronostici soprattutto nella finalissima contro il Brasile.

Davanti a 14 mila spettatori alla Spodek Arena (oltre 40 mila erano di fuori) la Polonia di Antiga ha conquistato il titolo mondiale battendo il Brasile tre volte campione del mondo. E' stato proprio il pubblico di casa a fare la differenza in questa manifestazione iridata. Palazzetti pieni, straripanti di gente con il triplo di richieste rispetto alla disponibilità dei posti. Un Paese che vive di pallavolo e in cui le schiacciate rivaleggiano, in popolarità con il calcio.

La Polonia, che conquista il Mondiale dopo l'Europeo 2009 e la World League 2012, ha sfruttato alla grande la prove di Mika, 22 punti, ben sostenuto da Wlazy, 14, Winiarski, 13, e Nowakowski, 10. In panchina per la Polonia la coppia francese Antiga-Blain che ha dato una grande spinta al gruppo. E torna a vincere il mondiale a 40 anni di distanza da Messico 1974 prendendosi una bella rivincita sul Brasile che l'aveva battuta sempre negli ultimi anni e abbastanza nettamente.

Vittoria del tutto meritata, visto il cammino perfetto compiuto dai padroni di casa, che sono caduti una volta sola contro gli stati Uniti, ma sono stati in grado di domare Russia e Brasile, sia in finale che nelle prime fasi del torneo. Nella finale per il terzo posto la Germania ha concluso alla grande il proprio Mondiale battendo 3-0 (25-21, 26-24, 25-23) la Francia guadagnandosi un meritato podio.

A fine partita il ct della Selecao Bernardinho ha attaccato gli arbitri: "Abbiamo perso perché loro hanno giocato in modo più intelligente però non posso fare a meno di far notare che in questa finale c'erano due arbitri che già ci avevano ripetutamente danneggiati in World League. Nella federazione internazionale c'è qualcuno che gioca sporco, e noi siamo senza protezione".

Poche parole sull'Italia che praticamente al Mondiale si è resa protagonista, in negativo, di una delle peggiori prestazioni della sua storia recente: uno sconsolato 13° posto. Per trovare una prestazione così negativa si deve tornare al 1982, quando l'Italia fu quattordicesima. Poi venne la ricostruzione sotto il nome di Julio Velasco... a volte la storia si ripete. Si spera...

BRASILE-POLONIA 1-3 (18-25, 25-22, 25-23, 25-22 )

BRASILE: Wallace De Souza 18, Ricardo Lucarelli 18, Lucas Saatkamp 15, Murilo Endres 8, Sidnei Dos Santos Jr. 7, Bruno Mossa Rezende 3, Leandro Vissotto Neves 2, Eder Carbonera, Felipw Lourenòo Silva, Luiz Felipe Marques Fonteles, Mario Da Silva Pedreira Junior, Raphael Vieira De Oliveira. All. Bernardo Rezende.

POLONIA: Mateusz Mika 22, Mariusz Wlazly 14, Michal Winiarski 13, Piotr Nowakowski 10, Karol Klos 5, Dawid Konarski 2, Pawel Zagummy, Fabian Drzyzga, Michal Kubiak, Pawel Zatorski, Marcin Mozdzonek, Rafal Buszek. All. Stephane Antiga.

ARBITRI: Frans Loderus (Netherlands); Milan Labasta (Repubblica Ceca).


Tags: italia mondiali pallavolo polonia campione del mondo berruto Volley Calcio in Brasile

PhotoGallery

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE