Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 15 Dicembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Federer: Da anni non partivo così male in un match

16/11/2015 11:16

Federer: Da anni non partivo così male in un match |  Sport e Vai
Il successo su Berdych all’esordio nel Masters di Londra non ha convinto del tutto Roger Federer, che fa autocritica: “Decisamente non è stato un buon inizio, uno dei peggiori inizi da anni, nessuna prima e due doppi falli. Dunque è stata dura. La superficie qui è lenta e se vedi molte seconde puoi rientrare nel match, puoi costruirti le opportunità da fondo campo trovando il ritmo. Come il match andava avanti io giocavo meglio, credo che la cosa che ho sottovalutato sia il fatto che era un primo round. Mi ero fatto una idea precisa con Severin e Stefan su come giocare, ma quando sono entrato è come se mi fossi dimenticato. Devo stare più attento, credevo sarebbe stato più facile. È stata un’importante lezione. In allenamento non ti importa se sbagli un dritto, durante una partita essere sotto 0-30 all’inizio è destabilizzante. Dovrò cancellare questo per il prossimo match”. Lo svizzero non cerca alibi: “Mi sento bene, mi porto un leggero dolore al braccio da Basilea ma niente che mi impedisce di giocare bene. Ora è passato e spero che non tornerà, ma anche se dovesse, provare dolore fa parte del gioco. Match rapidi come questo aiutano. E poi, dopo gli US Open sono andato in vacanza per 10 giorni e questo è stato grandioso per il mio corpo e per liberare la mia mente. La sconfitta a Shanghai mi ha dato più tempo per allenarmi e credo di averlo usato bene. Nonostante non veda l’ora di andare in vacanza, sono contento di essere qui e della mia condizione”. Ora ci sarà il match con Djokovic: “Il gap con lui è grande? Dipende da chi guarda il gap. Io non credo di essere così lontano, però riparliamone tra due giorni. Ad essere onesto il match che ci sarà tra due giorni non è quello al quale mi interessa di più, è un incontro importante, ma non è “l’incontro”. Sarà interessante vedere come lo giocherò, sono curioso di scoprirlo. Ho giocato con lui qui al primo round due anni fa forse, tre set, credo fu l’anno dove Parigi e Londra erano uno dopo l’altro. Entrambi avevamo difficoltà nel ritmo, io adottai un approccio differente, cercavo di tenere la palla in campo. Abbiamo avuto scambi lunghi, ma entrambi stavamo giocando piuttosto male. È inusuale affrontarci subito in un torneo, ma ora non sembra una pazzia perché entrambi abbiamo giocato i nostri match e abbiamo già la sensazione di essere dentro al torneo”.  

Tags: masters federer berdych djokovix

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE